Incassi telematici nel commercio, le istruzioni

di Noemi Ricci

scritto il

Commercio al dettaglio: l'Agenzia delle Entrate fornisce le istruzioni per la memorizzazione elettronica e l'invio telematico dei dati sugli incassi giornalieri.

Con il provvedimento del 28 ottobre 2016 il Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha approvato le regole e le specifiche tecniche per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, al momento di chiusura giornaliera della cassa, relativi alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi, individuando altresì le informazioni da trasmettere, il formato e i termini di trasmissione.

=> Scontrino non fiscale con la trasmissione dei corrispettivi

Normativa

Si dà così attuazione alla disposizione introdotta dal Dlgs n. 127/2015 che prevede la facoltà, per i soggetti che esercitano attività di commercio al minuto e attività assimilate, che effettuano cessioni di beni e prestazioni di servizi verso clienti privati di esercitare tale opzione a partire dal 1° gennaio 2017.

Registratore Telematico

Nel provvedimento direttoriale, l’Agenzia delle Entrate precisa che per l’invio telematico dei dati giornalieri, gli esercenti dovranno dotarsi di un apposito “Registratore Telematico”, ovvero di uno strumento attivato/disattivato dal personale di laboratori abilitati dall’Agenzia delle Entrate e capace di registrare, memorizzare in memorie permanenti e inalterabili, elaborare, sigillare elettronicamente e trasmettere telematicamente i dati fiscali. In questo modo vengono semplificati gli adempimenti dei contribuenti che non dovranno più registrare i corrispettivi.

=> Registratori telematici dei corrispettivi per le Partite IVA

I Registratori Telematici vengono sottoposto ad apposita verifica biennale da personale abilitato. Le informazioni acquisite telematicamente dall’Agenzia delle Entrate sono messe a disposizione del contribuente, titolare dell’apparecchio o di un suo delegato, mediante apposita area dedicata e riservata presente sul sito web dell’Agenzia e costituiscono il libretto di dotazione informatico del Registratore.

Esercizio dell’opzione

L’opzione si esercita esclusivamente in modalità telematica, mediante un’apposita funzionalità presente all’interno del sito web dell’Agenzia delle Entrate, previa autenticazione con le credenziali dei servizi telematici, dal soggetto passivo IVA ovvero da un suo delegato secondo le regole dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Durata e revoca

La scelta va esercitata entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello di inizio della memorizzazione e trasmissione dei dati e ha effetto per l’anno solare in cui ha inizio la memorizzazione e trasmissione dei dati e per i quattro anni solari successivi e, se non viene revocata, si rinnova automaticamente di quinquennio in quinquennio. Per i soggetti che iniziano l’attività in corso d’anno e che intendono esercitare l’opzione sin dal primo giorno di attività, l’opzione ha efficacia a decorrere dall’anno solare in cui è esercitata. La trasmissione si considera effettuata nel momento in cui è completata, da parte delle Entrate, la ricezione del file che contiene le informazioni.

Anche la revoca dell’opzione è esercitata esclusiva mente in modalità telematica entro il 31 dicembre dell’ultimo anno del quinquennio ed ha effetto a decorrere dal 1° gennaio dell’anno successivo.

 Fonte: Agenzia delle Entrate.

I Video di PMI

Posta elettronica certificata e firma digitale