IRAP 2016: online modello e istruzioni

di Barbara Weisz

scritto il

Deduzioni lavoro dipendente, credito d'imposta micro imprese, patent box: le novità del modello IRAP 2016, pubblicato in bozza dall'Agenzia delle Entrate con le istruzioni.

Modello IRAP 2016 e relative istruzioni approdano sul sito dell’Agenzia delle Entrate, che prosegue con la pubblicazione delle bozze dei modelli dichiarativi (UNICO PF, Certificazione Unica, 730, IVA): fra le novità relative all’imposta regionale sulle attività produttive, segnaliamo la deduzione integrale del costo del lavoro a tempo indeterminato, il credito d’imposta per le piccole imprese senza dipendenti, il Patent box.

=> Il calcolo della base imponibile IRAP

Deduzione lavoro a tempo indeterminato

Nel Modello IRAP 2016 trova spazio la novità introdotta dalla Legge di Stabilità 2015, che consente alle imprese la deduzione integrale del costo sostenuto per il lavoro dipendente a tempo indeterminato eccedente l’ammontare delle deduzioni analitiche o forfetarie ammesse in base al decreto legislativo 446/97. Si tratta delle seguenti agevolazioni: contributi per assicurazioni obbligatorie contro gli infortuni sul lavoro, deduzione forfetaria e contributi assistenziali e previdenziali per i lavoratori a tempo indeterminato, spese per apprendisti, disabili, personale assunto con contratti di formazione e lavoro, personale addetto alla ricerca e sviluppo, indennità di trasferta, per la parte che non concorre al reddito del dipendente, sostenute dalle imprese di autotrasporto merci, deduzione per le imprese con componenti positivi non superiori a 400mila euro, deduzione per l’incremento della base occupazionale.

=> La nuova disciplina IRAP

Credito d’imposta piccole imprese senza dipendenti

Per compensare le imprese di piccolissime dimensioni che non hanno dipendenti, che non beneficiano della precedente agevolazione, sempre la manovra 2015 ha previsto un credito d’imposta pari al 10% dell’imposta lorda, da utilizzare in compensazione. Si utilizza il modello F24, con il codice tributo “3883“, istituito dalla risoluzione 105/2015.

=> Compensazione credito IRAP senza dipendenti

Per i titolari di reddito d’impresa che hanno esercitato l’opzione per il patent box, i redditi derivanti dall’utilizzo di opere dell’ingegno, brevetti industriali, marchi d’impresa, disegni e modelli, da processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite nel  campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili, non concorrono a formare il reddito complessivo in quanto esclusi per il 50% el relativo ammontare. L’esercizio dell’opzione rileva anche ai fini della determinazione del valore della produzione netta.

=> Patent box: le modalità operative