Acconto IMU: guida alle esenzioni e agevolazioni 2022

di Barbara Weisz

scritto il

Guida alle esenzioni e riduzioni IMU per la prima rata del 16 giugno 2022: le agevolazioni Covid e gli sconti strutturali per la tassa sugli immobili.

Le agevolazioni e le esenzioni IMU 2022 sono meno numerose rispetto a quelle previste negli anni scorsi, l’uscita dalla fase di emergenza Covid ha eliminato una serie di benefici, ma ci sono categorie che ne usufruiscono anche quest’anno. Vediamo quali sono in vista della scadenza per la prima rata IMU 2022 del prossimo 16 giugno.

Esenzioni IMU per il 2022

Tutte le categorie di soggetti che nel 2020 e nel 2021 hanno goduto di esenzioni per compensare restrizioni Covid, quest’anno tornano a pagare l’IMU regolarmente. Restano invece in vigore i seguenti esoneri.

Esenzione IMU per immobili D3

Esenzione per immobili che rientrano nella categoria catastale D3, quindi cinema, teatri, sale da concerto e discoteche. Il proprietario deve essere anche gestore dell’attività.

Esenzione IMU per beni merce

Si tratta gli immobili realizzati da un’impresa di costruzione e destinati alla vendita, per utilizzare l’esenzione non devono essere affittati. La norma di riferimento è il comma 751 della legge 160/20219 (è la manovra 2020, che aveva previsto uno sconto IMU fino al 2021, e appunto l’esenzione a partire dal 2023).

Esenzione IMU per terreni agricoli

Sono esenti se posseduti e condotti da coltivatori diretti e dagli Imprenditori Agricoli Professionali (Iap), oppure se si trovano nelle isole minori, in determinate aree montane o collinari, o se hanno immutabile destinazione agrosilvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile.

Bonus IMU: credito al 50%

Ancora per il 2022 è applicabile il cosiddetto Bonus IMU con causale Covid, ma non riguarda la prima rata. E’ un credito d’imposta pari al 50% della seconda rata 2021, riservato ad attività ricettive o fieristiche. L’agevolazione è prevista dall’articolo 22 del decreto 21/2022, si attendono ancora le istruzioni operative delle Entrate. La norma prevede che comunque si possa utilizzare esclusivamente in compensazione. Spetta ad alberghi, strutture ricettive, agriturismi, campeggi, complessi termali, parchi tematici, parchi acquatici e faunistici, imprese che gestiscono attività fieristico-congressuali. Gli immobili devono appartenere alla categoria catastale D2, il proprietario deve anche essere gestore dell’attività.

Agevolazioni IMU per il 2022

Per il 2022 è previsto uno sconto IMU per i pensionati esteri titolari di pensione maturata in regime di convenzione con l’Italia. Se hanno un casa di proprietà in Italia, non affittata e non in comodato d’uso, pagano il 37,5% dell’IMU dovuta. Significa che lo sconto IMU è del 62,5%. incrementato quindi rispetto allo scorso anno, quando era al 50%.

Ricordiamo poi che pagano l’IMU al 50% gli immobili concessi in comodato d’uso ai parenti di primo grado (genitori e figli), che lo utilizzano come abitazione principale. Requisiti: il comodante non deve avere più di un immobile (o al massimo due, comprendendo la prima casa), nello stesso Comune, l’immobile in comodato non può essere di lusso, il contratto deve essere registrato presso l’Agenzia delle entrate.

IMU ridotta del 25% per gli immobili dati in affitto a canone concordato. Infine, i coniugi con residenze diverse possono applicare l’esenzione prima casa a una sola delle due abitazioni, a scelta.