Tratto dallo speciale:

Bonus cashback per bollettini e bollo auto

di Redazione PMI.it

scritto il

Pagando con PuntoPuoi di Enel X è possibile fruire del bonus cashback anche per il pagamento dei bollettini, MAV, RAV e bollo auto: le istruzioni.

Ha preso il via a dicembre il Piano Italia Cashless con il quale il nostro Governo intende dare una spinta decisiva alla digitalizzazione del Paese e ai consumi, puntando sui pagamenti elettronici e tracciabili, anche per eliminare il fenomeno dell’evasione fiscale. Tra le iniziative chiave del Piano Cashless ci sono la lotteria degli scontrini e il cashback. Quest’ultimo rappresenta il rimborso del 10% che il Governo prevede per i pagamenti e gli acquisti effettuati presso esercenti fisici con strumenti di pagamento elettronici (carte di pagamento o App).

Per fruirne è necessario scaricare l’apposita App IO e registrare gli strumenti di pagamento predisposti al piano cashback dalla società che li emette, come PayTipper, controllata di Enel X che, attraverso la rete di esercenti convenzionati PuntoPuoi, consente di fruire del bonus cashback anche per il pagamento dei bollettini, tecnicamente chiamato Bill payment.

Vediamo come funziona questo servizio.

=> Cashback per bollo auto e IMU: dove e come fare

Bonus cashback con PayTipper

Dopo aver effettuato la registrazione della propria carta di debito o di credito tramite l’App IO o aver attivato l’opzione cashback direttamente sul proprio conto Enel X Pay o su altri strumenti che lo consentono, sarà possibile recarsi presso un PuntoPuoi convenzionato ed effettuare il pagamento di bollettini postali, MAV, RAV, avvisi PagoPA o bollo auto e fruire così del rimborso di Stato.

Più in particolare, effettuando pagamenti elettronici tramite PuntoPuoi e presso gli esercenti che usano i POS di PayTipper, è possibile fruire dei seguenti bonus:

  • extra cashback di Natale che dall’8 al 31 dicembre 2020 consente di ottenere il 10% di rimborso fino a 150 euro con almeno 10 pagamenti elettronici effettuati in presenza (massimo 15 euro a transazione);
  • cashback che dal 1° gennaio 2021 per 12 mesi restituirà il 10% sull’importo degli acquisti che il cittadino effettuerà con carte o app di pagamento (fino a 150 euro a semestre con almeno 50 pagamenti elettronici effettuati in presenza);
  • super cashback che assegna 1.500 euro a forfait, ogni 6 mesi, ai primi 100.000 cittadini che effettueranno il maggior numero di transazioni.

=> Super Cashback: come funziona dal 2021

Il cashback è un’iniziativa che potrà davvero cambiare le abitudini degli italiani e avvicinarci agli altri Paesi europei come frequenza di utilizzo degli strumenti di pagamento elettronici, in un momento in cui le nostre abitudini si stanno modificando anche a causa dell’emergenza sanitaria da Covid- 19. È la prima volta che si parla di incentivare le transazioni elettroniche non per ragioni di lotta all’evasione ma per il vantaggio che ne deriva al consumatore. È un cambio di passo fondamentale.

Afferma Angelo Grampa, Ad di PayTipper.