Saldo e stralcio: importi dovuti entro ottobre

di Redazione PMI.it

scritto il

In arrivo entro ottobre la Comunicazione dell'Agenzia delle Entrate contenente le somme dovute per l'adesione al saldo e stralcio.

L’Agenzia delle Entrate-Riscossione, come previsto dalla normativa vigente (Legge n. 145/2018 – Legge di Stabilità 2019), invierà entro il 31 ottobre 2019 la “Comunicazione delle somme dovute” relativa alle dichiarazioni di adesione al cosiddetto “Saldo e stralcio” delle cartelle. Si tratta della fase due della Definizione per estinzione dei carichi.

=> Saldo e stralcio Professionisti: decide la Cassa

Comunicazione Saldo e stralcio

La comunicazione può contenere:

  • l’accoglimento alla Definizione per estinzione dei carichi ai sensi della Legge n. 145/2018 (“saldo e stralcio”). In questo caso alla Comunicazione verranno allegati i bollettini per il pagamento dell’importo dovuto con le relative scadenze;
  • il diniego ai fini del “saldo e stralcio” ma accoglimento ai fini della “rottamazione-ter”, ossia la Definizione agevolata dei carichi ai sensi dell’art. 3 del Decreto Legge n. 119/2018;
  • il rigetto della dichiarazione di adesione, in quanto i carichi non rientrano nel “Saldo e stralcio” e neppure nell’ambito applicativo dell’art. 3 del Decreto Legge n. 119/2018 (“rottamazione-ter”), oppure sono già stati oggetto di una Comunicazione inviata entro il 30 giugno 2019 per la “rottamazione-ter”.

Le lettere possono essere pertanto di cinque tipologie desumibili dal codice riportato in prima pagina nel campo “Documento rif.”:

  • AT: accoglimento totale della richiesta;
  • AP: accoglimento parziale;
  • AX: nessun importo dovuto;
  • AD: solo una parte dei carichi è definibile;
  • RI: rigetto tutti i carichi indicati.

Nella comunicazione è presente anche un Prospetto di sintesi con l’elenco di tutte le cartelle/avvisi contenuti nella dichiarazione di adesione e, in caso di accoglimento, la Tabella di ripartizione delle rate suddivisa in sezioni, in considerazione delle diverse casistiche che possono presentarsi anche in relazione al numero massimo di rate concedibili, previste dalla legge per “saldo e stralcio”, “rottamazione-ter”, o “rottamazione-ter, comma 23” per i carichi definibili ai sensi dell’art. 3, comma 23, del Decreto Legge n. 119/2018.

Nel caso in cui il contribuente abbia presentato più di una dichiarazione di adesione, l’Agente della riscossione invierà, per ciascuna, una specifica comunicazione. Una copia della comunicazione sarà disponibile a partire dal mese di novembre nell’area riservata del portale. Sarà inoltre possibile chiederne una copia compilando un form dedicato presente nell’area pubblica, senza necessità di PIN e password.

I Video di PMI

Flat tax: come funziona