Enterprise 2.0: le nuove prospettive del Web

di Chiara Bolognini

scritto il

Appuntamento il 12 marzo a Milano per tutte le aziende che vogliano fare il punto sul binomio "Innovazione d'impresa e Web 2.0"

Imprese e Internet di seconda generazione: quali i legami, quali i benefici, quali i modelli di business? Per fare il punto sullo scenario corrente, il prossimo 12 marzo a Milano si terrà il Convegno Enterprise 2.0: la rivoluzione che viene dal Web, nel corso del quale saranno diffusi i risultati della Ricerca condotta dall’Osservatorio Enterprise 2.0 a cura della School of Management del Politecnico di Milano.

I dati generali saranno discussi e analizzati in una sessione plenaria che fornirà visione dello status corrente e trend nell’introduzione di strumenti di Social computing (blog, wiki, ecc.) e approcci tecnologici e infrastrutturali (SOA, BPM, ecc.), identificandone gli impatti sui processi, le relazioni, i modelli organizzativi e di impresa.

Faranno seguito una tavola rotonda alla quale parteciperanno i principali player dell’offerta e una sessione di approfondimento in cui verranno presentate alcune esperienze significative.

Inserendosi nel contesto degli Osservatori ICT della School of Management del Politecnico di Milano, quello Enterprise 2.0 è parte di un network di imprese,
pubbliche amministrazioni e partner industriali, al fine di poter meglio analizzare le iniziative esistenti dal punto di vista strategico, organizzativo e tecnologico nel panorama italiano, andando a monitorarne nel tempo l’evoluzione e confrontandole con i principali benchmark a livello internazionale.

L’attività di ricerca viene affiancata da iniziative di analisi e divulgazione dei risultati, tese a sviluppare una comunità di manager aziendali maggiormente coinvolti nei progetti innovativi delle loro imprese: di fatto, l’Osservatorio ha all’attivo lo studio di oltre 110 Intranet di aziende.

In occasione del convegno, quindi, saranno presentati i dati del Rapporto 2008, che ha coinvolto oltre 130 tra imprese pubbliche e private, attraverso studi di caso, interviste dirette ed una survey sui CIO delle principali realtà operanti nel nostro Paese.