Aziende in teatro: in scena per lavorare meglio

di Alessia Valentini

scritto il

Nuove tecniche di formazione teatrale supportano l'azienda e i suoi manager in tutti gli aspetti del business e del lavoro: corsi, metodologie e servizi alle imprese.

Su PMI.it ci siamo spesso occupati della formazione d’impresa in team, per migliorare la capacità di lavoro in gruppo e mitigare i conflitti. Dopo aver trattato anche della formazione manageriale secondo nuovi paradigmi, affrontiamo questa volta l’offerta di Te.D.-Teatro d’Impresa: formazione e comunicazione attraverso l’arte teatrale.

Per ogni impresa-cliente viene stilato un intervento personalizzato sulla base dei requisiti e delle necessità. Le aziende possono beneficiare dei servizi Te.D. per: creazione eventi, formazione manageriale e team building, selezione del personale e coaching.

A disposizione vi sono consulenti aziendali, formatori-facilitatori, esperti di metodologie ludiche, esperti di giochi di ruolo applicati alla formazione in azienda, di narrazione organizzativa e scrittura creativa, di tecniche creative, autori di teatro e sceneggiatori, registi, attori-animatori e musicisti-facilitatori. I FormAttori sono professionisti che hanno sviluppato precise competenze artistiche ma anche come formatori.

Favorendo il connubio fra Arte e Business, il teatro permette di sviluppare competenze comportamentali che, attraverso la recitazione, punta a migliorare qualità e produttività aziendale.

Metodologie di formazione

Il metodo formativo scelto punta sull’esperienza, tramite training teatrale, tecniche di formazione Ludica, di visualizzazione, simulazione, disegno e scrittura creativa e autobiografica, nonché improvvisazione teatrale.

Tra i modelli formativi segnaliamo come caso esemplare “ENERGY & colours” concepito da Roberta Pinzauti e dedicato alla crescita personale: serve a sviluppare maggiore comprensione di sè, delle proprie competenze relazionali e delle modalità d’interazione evidenziandi gli stili personali in relazione a 4 colori, 4 maschere e 4 personaggi, che rispettivamente rappresentano 4 stili diversi di comunicazione, di leadership o di vendita.

Ad ogni sessione pratica segue un de-briefing di confronto e riflessione, corredato da un set di materiali didattici costituiti da questionari, diari di osservazione, griglie di riflessione e valutazione e piani di sviluppo per aiutare i manager nel trasferimento in ambito lavorativo delle conoscenze acquisite.

Servizi alle imprese

La selezione del personale viene proposta mediante il paradigma dei provini televisivi: il modulo è di tipo esperenziale, perché rivolto alla valutazione dei “Comportamenti”. Lo spettacolo, svolto con esercizi di training teatrale, fa emergere le competenze comportamentali e relazionali dei partecipanti, le capacità d’interagire e lavorare in team, la leadership, le competenze organizzative, la consapevolezza di sé, l’abilità nel parlare in pubblico, la comunicazione, la capacità di razionalizzazione e contestualizzazione degli argomenti trattati.

Sono parte integrante della formazione erogabile anche le tematiche di sicurezza sul lavoro oggi più che mai di attualità e portate in scena per impressionare e imprimere sui lavoratori l ‘ importanza della prevenzione.

Le soluzioni di team building, al coaching, leadership e gestione del cambiamento sono realizzate attraverso tecniche diverse:

  • quando viene richiesta la progettazione di un corso, Te.D. sviluppa la sceneggiatura e si occupa della pre-produzione, produzione e post-produzione video del corso stesso, perché risulti ottimizzato se unito a tecniche di formazione di tipo esperienziale;
  • se la formazione deve basarsi giochi da tavola e di ruolo la Te.D. propone giochi di scrittura, scritture collettive, giochi poetici, di improvvisazione e di ruolo a tema (horror, investigazione , fantasy e fantascienza) per sviluppare competenze di problem solving, team building, creatività e comunicazione per accrescere motivazione e appartenenza.

Scenari formativi

Il self-theatre è principalmente usato come tecnica di team building o per favorire un cambiamento aziendale; la scrittura del copione, la messa in scena e lo spettacolo sono le fasi in cui i colleghi imparano a condividere i problemi e a sviluppare la motivazione e la collaborazione. Il team-building è anche erogabile mediante la tecnica del Team-Music in cui la costruzione di un ‘ ensemble di percussioni è usata come paradigma di aggregazione.

Anche il team theatre è orientato al team building ma si presta anche per l’organizzazione di convention e meeting a tema; l’elemento centrale è la suddivisione in gruppi dei partecipanti, e la scrittura di aneddoti realmente accaduti in ambiti lavorativi con l ‘ obiettivo di metterli in scena.

Il modular theatre è orientato al cambiamento e allo sviluppo della leadership; lo spettacolo allestito è mirato a rappresentare stili diversi di leadership o di comunicazione e interazione con collaboratori e clienti. La review dei video permette di correggere il proprio stile personale evolvendo verso l ‘ obiettivo target.

Anche il Parsival Project – di respiro internazionale, sviluppato in collaborazione con la Cranfield University School of Management (London) ed erogabile in italiano, inglese, tedesco e francese – è un corso dedicato allo sviluppo e miglioramento della leadership; attraverso la “storia” di Parsival i partecipanti sono coinvolti in un viaggio esplorativo in cui sviluppare la leadership.

L’organizzazione di convention è basata su 4 modalità di realizzazione:

  1. Teatro su Misura, trasposizione di obiettivi e valori aziendali, sfide prossime e mission aziendale;
  2. Teatro Imprò, improvvisazione teatrale per analizzare dinamiche aziendali, criticità da risolvere e avvenimenti aziendali, per favorire la motivazione e il coinvolgimento;
  3. Storytelling, Storie raccontate al pubblico per trasmettere valori, condividere conoscenze e creare fiducia;
  4. Climax360, in base a colloqui, questionari e focus group, si rappresenta il clima aziendale e la società stessa per come viene vista dai suoi dipendenti.

I Video di PMI

Come scegliere il contenuto giusto sui social