Tratto dallo speciale:

Digital Restart per le PMI: tecnologie e storie di innovazione

di Redazione PMI.it

scritto il

Un ebook con storie di imprese del Made in Italy che aderiscono al programma Ambizione Italia #DigitalRestart per le PMI.

Il produttore di vini Bisol organizza le conferenze di degustazione online, e scopre che oltre ai vantaggi logistici, riesce a catturare maggiormente l’attenzione del cliente. Soluzioni di agricoltura 4.0 e smart working abbinate alla tradizione della pasta di Gragnano nel Gruppo Di Martino. Sono solo alcuni esempi di PMI del Made in Italy che crescono grazie al digitale, magari anche sperimentando nuove soluzioni nel periodo più difficile, il lockdown, e che fanno parte del programma Microsoft Ambizione Italia #DigitalRestart per le PMI.

=> Bando PMI Digitali, domande dal 15 dicembre

Un piano, sottolinea Giacomo Frizzarin, Direttore della Divisione Small, Medium and Corporate di Microsoft Italia che si pone l’obiettivo generale di far crescere l’Italia come leader globale dell’innovazione, creando 10mila opportunità di lavoro entro il 2024. Un’iniziativa da cui ci si attende un impatto sul PIL di 9 miliardi di euro. Fra gli strumenti: l’alleanza per lo smart working, la diffusione del cloud, progetti di intelligenza artificiale.

Considerazioni rilevanti: per lo smart working ci vogliono adeguate tecnologie ma occorre anche stimolare una cultura basata sulla fiducia negli ambienti di lavoro. L’intelligenza artificiale affianca il lavoro umano nelle imprese, non lo sostituisce. Il focus sulla digitalizzazione delle PMI è fra i più rilevanti in considerazione della struttura produttiva italiana, in cui le aziende di piccole e medie dimensioni sono protagoniste, e può quindi rappresentare la più grande opportunità di crescita per il paese. E non deve riguardare solo tutte le imprese, ma ogni funzione aziendale.

Il piano di Microsoft lavora in quattro aree: sull’azienda (organizzazione, team e persone), ingaggio e rapporto con il cliente, processi e operations, e infine, i prodotti. Il tutto, in ambiente sicuro e rispettoso della privacy.

Il colosso IT, che al programma Ambizione Italia #DigitalRestart per le PMI ha dedicato un evento digitale e pubblicato un ebook che raccoglie le storie di 12 aziende protagoniste del Made in Italy che hanno aderito al programma riscontrando un impatto positivo: Baglioni Hotels & Resorts, Bisol 1542, Cantina Toblino, Gruppo Meregalli, Latteria San Pietro, Longino & Cardenal, Lualdi, Pastificio dei Campi (Gruppo di Martino), Pr.ali.na, Spinosi, Umberto Cesari, Venchi.

«Molte sono le sfide per le PMI, ma altrettante le opportunità», segnala Luba Manolova, direttore della Divisione Microsoft 365 di Microsoft Italia, raccontando: «In questi mesi abbiamo lavorato a stretto contatto con alcune realtà che hanno reagito alla pandemia, inaugurando un nuovo modo di lavorare più flessibile, collaborativo e sicuro, ripensando i processi e i modelli d’interazione con il mercato e arrivando, talvolta, a lanciare servizi disruptive al passo con i tempi». Fra le leve del successo: il ruolo strategico del Cloud Computing quale abilitatore di innovazione la piattaforma di produttività e collaborazione cloud Microsoft Teams, che ha consentito di continuare a lavorare su progetti di design protetti da proprietà intellettuale, di interagire con sedi in tutta Italia e all’estero, di svolgere perfino i consigli di amministrazione online e di sviluppare nuove esperienze per l’engagement dei consumatori, come digital wine-tasting, tour virtuali, e-cooking session e aperitivi online.

I Video di PMI