Consultazione pubblica sulle riforme costituzionali

di Redazione PMI.it

scritto il

Ogni cittadino può dire la sua sulle riforme costituzionali al vaglio: ecco come contribuire online alle modifiche da apportare alla Costituzione della Repubblica Italiana.

Costituzione della Repubblica Italiana passibile di modifiche: è possibile contribuire alla sua revisione inviando proposte di riforma direttamente online fino al prossimo 8 ottobre.

La consultazione pubblica è stata aperta l’8 luglio su tutti i siti istituzionali,con particolare focus sui temi indicati dalla relazione finale del gruppo di lavoro sulle riforme istituita dal presidente Napolitano il 30 marzo 2013:

  • forma di Governo e Parlamento,
  • strumenti di democrazia diretta,
  • autonomie territoriali.

=>Leggi le anticipazioni sulla Riforma della Costituzione

I suggerimenti inviati daranno luogo ad un Report che verrà pubblicato online e comunicato alla presidenza del Consiglio dei Ministri.

Si tratta di una iniziativa di democrazia partecipativa suddiviso in tre step. I primi due sotto forma di questionario online (uno più breve e di facile comprensione, l’altro più articolato e per il quale è necessaria una maggiore conoscenza della materia).

Il terzo step verrà avviato in seguito sotto forma di discussione pubblica ad opera di coloro che professionalmente si occupano di riforme e articolato attraverso la facilitazione, animazione e gestione di dibattiti fisici e via web (ospitati da università, fondazioni, scuole e altre organizzazioni).

Per compilare i questionari sulle riforme costituzionali accedere al sito dedicato per informazioni o problemi con la compilazione dei questionari è possibile rivolgersi al servizio Linea Amica.