Tratto dallo speciale:

EITO: mercato ICT a +1,9% nel 2010

di Noemi Ricci

scritto il

In occasione del CeBit, l'EITO ha fatto il punto sulle condizioni del mercato ICT, prevedendo per fine 2010 una crescita dell'1,9% e del 3,7% entro il 2011, con il comparto IT (+4% nel 2011) trainato dal Cloud Computing

Torna a crescere il mercato ICT: +1,9% pari a un giro d’affari di 2,3 trilioni di euro. Un risultato complessivo che beneficia della solida domanda sui mercati emergenti, a compensare la modesta crescita in Usa (+0,4%), Europa (+0,1%) e addirittura il calo in Giappone (-1,3%).

Questo il quadro economico fotografato dallo European Information Technology Observatory (EITO) e presentato nel corso del CeBit di Hannover, in Germania.

Segnali positivi che lasciano sperare per il futuro, con stime per il 2011 di un rialzo del 3,7%, per arrivare a 2,4 trilioni di dollari.

Risultati ottimistici anche per la spesa IT, dunque: le imprese torneranno ad investire e il mercato IT nel suo complesso (Hardware, Software e Servizi) crescerà (+0,4% ) fino a quota 894 miliardi di euro nel 2010, dopo un disastroso 2009 testimone di un crollo di -4,6%.

Bene soprattutto i segmenti Software e Servizi IT con un +1% per 625 miliardi di euro contro il -2,7% del precedente anno, dovuto principalmente all’espansione del Cloud Computing (+20% in Europa) cresce del 20% all’anno. Per il 2011 è prevista una crescita del mercato globale IT del 4%.

Infine, anche EITO evidenzia la propensione del mercato mondiale, Italia compresa, verso le comunicazioni mobili, con il 26% degli Italiani che rinuncia al telefono fisso per il cellulare, il 18% negli Usa e il 20% in Giappone, portando così le vendite dei servizi TLC fisse 2010 a scendere del -4,6%.

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso