Touchscreen, il mercato risponde: da smartphone e PDA a desktop e notebook

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

La tecnologia touchscreen raggiunge anche i monitor desktop. Secondo gli analisti la possibilità di superare i limiti della tastiera, insieme ad una riduzione dei costi di produzione permetterà una rapida diffusione

Sempre più apprezzate dagli utenti le potenzialità della tecnologia touchscreen, su smartphone, PDA e cellulari ma non solo.
Nel prossimo futuro, infatti, gli schermi sensibili al tocco si consolideranno anche per altre categorie di prodotto: pc desktop e notebook.

Gli analisti scommettono sull’ascesa rapida del touchscreen, non solo per i cellulari ma anche per i pc, come strumento di input in sostituzione di tastiera e mouse.

Sicuramente la scalata sarà agevolata dalla riduzione dei costi di produzione degli schermi LCD e da una migliore qualità delle immagini.

Del resto, gli utenti si sono già espressi positivamente, almeno stando ai dati di vendita dei dispositivi dotati di touchcreen come l’iPhone di Apple.

Soprattutto per applicazioni particolari, la loro facilità di gestione attraverso uno schermo touch supera le attuali possibilità offerte da tastiera e mouse.

Non c’è dubbio che una grandi spinta alla diffusione di questa tecnologia potrebbe essere data da Microsoft, con l’integrazione di funzionalità specifiche nella nuova versione del suo sistema operativo, Windows 7.