Online il database dei brevetti italiani

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Disponibile online il database dei brevetti e marchi italiani: un passo chiave per gli imprenditori interessati a presentare domanda di brevetto.

Online il database dei Brevetti e Marchi italiani: «per la prima volta in Italia viene messa a disposizione sul web la documentazione brevettuale nazionale», ha dichiarato il Sottosegretario allo Sviluppo Economico, Simona Vicari, richiamando l’intenso lavoro del MiSE e della Direzione Generale Lotta alla Contraffazione-Ufficio italiano Brevetti e Marchi.

=> Contributi PMI: nuovo Bando Brevetti +2

Le imprese avranno accesso alle informazioni sui brevetti:

«Un elemento chiave per le strategie imprenditoriali e di fondamentale importanza per l’utenza interessata a presentare domanda di brevetto», prosegue Vicari, l’obiettivo è di «favorire una più ampia diffusione dell’informazione brevettuale significa incentivare la partecipazione italiana agli accordi multilaterali internazionali per la condivisione di questo tipo di documentazione».

=> Patent box: sconto fiscale sui brevetti

Il database, nel quale sono stati memorizzati ben 22.000 brevetti concessi dal 1° luglio 2008 ad oggi, è allineato con l’Agenda e il Programma WIPO n. 13 GLOBAL DATABASES che ha lo scopo di favorire una più ampia diffusione dell’informazione brevettuale. Come si legge sul sito dedicato ai marchi e brevetti italiani, la ricerca può avvenire per:

  • Codice: la ricerca può essere effettuata sul numero di domanda o sul numero di brevetto/pubblicazione. Se si ricerca una domanda è necessario selezionare l’anno e la tipologia (la provincia è opzionale), mentre se si ricerca un brevetto (o una pubblicazione), è sufficiente fornire il numero;
  • Data: la ricerca può essere effettuata sulla data domanda oppure sulla data di registrazione o concessione.
    E’ possibile selezionare un periodo (Anno e Semestre o Trimestre o Mese) oppure inserire una data che sia compresa fra la data di inizio della tipologia (v. sopra) e la data di ultimo aggiornamento;
  • Provincia: il numero ufficiale delle Domande depositate per ogni Anno è quello riportato nel Rapporto Annuale Statistico dell’UIBM. La ricerca avviene per: regione e/o provincia di deposito della domanda; provincia o stato estero di residenza di almeno un titolare della domanda (in questo tipo di ricerca non vengono prese in considerazione le domande coperte da segreto Militare per le tipologie Invenzioni e modelli di utilità); data di presentazione o registrazione della domanda (per le domande depositate fra il 1 ottobre 1989 e il 02 novembre 2015). I vari tipi di ricerca possono essere combinati fra loro. Il risultato di tutti i tipi di ricerca sarà mostrato in una scheda recante il numero delle domande depositate o dei brevetti concessi, distribuiti per regione e provincia;
  • Testo: il testo da immettere per effettuare la ricerca deve essere composto da una o più parole separate da uno spazio oppure da uno dei caratteri indicati (#,.;:-*). Il motore di ricerca interpellerà i campi in cui è presente il titolo, la descrizione (solo per la tipologia Marchi) e i medicinali (solo per le tipologie CCP e CCPF);
    Per le invenzioni e i modelli di utilità, non sono prese in cosiderazione le domande coperte da segreto Militare.
  • Titolare: la ricerca riguarda tutti i titolari che abbiano depositato una domanda fra il 1 ottobre 1989 e il 02 dicembre 2015
    Non sono prese in considerazione le domande coperte da segreto Militare;
  • Classe: la ricerca riguarda le domande depositate fra il 1 gennaio 1980 e il 02 dicembre 2015.
    Per le invenzioni e i modelli di utilità, non sono prese in considerazione le domande coperte da segreto Militare.

Per i marchi, le classi sono indicate dal depositante in fase di presentazione della domanda. Per tutti le altre tipologie, le domande sono classificate dagli esaminatori alla data di rilascio.

Per maggiori informazioni accedi al database Marchi e Brevetti italiani.

I Video di PMI