Tratto dallo speciale:

Bonus Trasporti di ottobre, come fare domanda

di Redazione PMI.it

Domanda Bonus Trasporti di ottobre per chi lo chiede la prima volta, stessa procedura di settembre per spendere la quota residua dei 60 euro spettanti.

I contribuenti che non hanno ancora chiesto il Bonus Trasporti o che possono ancora spendere un residuo dei 60 euro a disposizione, possono presentare domanda per l’abbonamento di ottobre, sul portale messo a disposizione dal Ministero del Lavoro.

Bonus Trasporti: come spendere la quota residua

Il voucher introdotto dal decreto Aiuti (articolo 35 DL 50/2022) e regolamentato dal decreto ministeriale 29 luglio 2022, spetta ai contribuenti persone fisiche con reddito 2021 fino a 35mila euro, e può arrivare fino al 100% della spesa sostenuta per abbonamenti mensili o annuali ai trasporti locali, regionali e interregionali, oppure ai treni nazionali, fino a un massimo di 60 euro per ciascun contribuente. In pratica:

  • se l’abbonamento annuale o mensile costa di più, si fruisce di uno sconto di 60 euro;
  • se costa di meno, il bonus copre l’intero costo e si può spendere la quota residua per l’abbonamento del mese successivo.

Bonus Trasporti di ottobre: come fare domanda

Per richiedere in Bonus Trasporti di ottobre, in misura piena per la prima volta o per il residuo spettante rispetto a settembre, bisogna presentare domanda utilizzando il portale dedicato (https://www.bonustrasporti.lavoro.gov.it/) che emetterà un voucher spendibile presso l’azienda di trasporti prescelta (se convenzionata, in base all’elenco disponibile sul sito stesso), tra le 1115 aziende di trasporto pubblico su gomma e su ferro che hanno attivato abbonamenti di tipo mensile, plurimensile e annuale.

Ad un mese dal lancio del Bonus Trasporti, è stato superato il milione di voucher emessi

Lo ha spiegato il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, sottolineando che il beneficio è stato pensato per «sostenere famiglie, studenti, lavoratori e pensionati in un momento di crisi causata anche dal rincaro energetico».

Ricordiamo che è possibile presentare la domanda per se stessi o per un minore a carico; è necessario avere un’identità digitale (per esempio, SPID) ed effettuare la procedura esclusivamente dal portale dedicato al Bonus Trasporti. Con il codice che viene emesso, bisogna poi effettuare l’acquisto presso il proprio gestore di servizi di trasporto, seguendo le istruzioni delle singole aziende di trasporto per l’acquisto dell’abbonamento scontato.

Importante: il voucher va utilizzato entro il mese in cui è stato emesso, anche (eventualmente) per acquistare un abbonamento che parte in un momento successivo.