Tratto dallo speciale:

Legge di Bilancio dopo Natale, novità sul Superbonus

di Redazione PMI.it

scritto il

Legge di Bilancio alla Camera il 28 dicembre, intanto è stato approvato l'emendamento di Governo che riscrive le regole sul Superbonus, con diverse novità.

La Legge di Bilancio non sarà approvata entro Natale, arrivando invece a ridosso di Capodanno. Le tempistiche per i prossimi step sono state stabilite dalla Conferenza dei capigruppo di Montecitorio.

Tabella di marcia della Manovra

La discussione in Aula al Senato è appena partita ed il testo della Manovra arriverà alla Camera martedì 28 dicembre, con discussione e votazioni previste per il pomeriggio. I lavori alla Camera dovrebbero proseguire fino al 30 o, al massimo 31 dicembre, in ogni caso il testo non verrà modificato, sembra molto probabile l’approvazione con voto di fiducia possa porre la fiducia. Quindi, con il voto dell’aula del Senato, si chiude la partita sui nodi principali della Legge di Bilancio, imperniata sui capitoli Fisco e Bonus edilizi.

Ultimi emendamenti approvati

Intanto, al Senato l’Assemblea prosegue mercoledì 22 dicembre la discussione del disegno di legge con il bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2022 e ilbilancio pluriennale per il triennio 2022-2024. Tra i più importanti emendamenti riformulati e approvati c’è la sospensione di sei mesi sui pagamenti dele cartelle notificate dal 1 gennaio al 31 marzo 2022. Tra le altre novità:

  • proroga dell’esenzione fino al 31 marzo 2022 del pagamento del canone unico patrimoniale (exTosap/Cosap) per esercizi commerciali e ambulanti,
  • rinvio al 2024 per l’IVA nel Terzo Settore,
  • istituzione di un fondo di solidarietà da 10 milioni di euro per i proprietari di immobili occupati abusivamente,
  • incremento del fondo per la cura dei soggetti con disturbo dello spettro autistico,
  • fondo per il contrasto dei disturbi della nutrizione e dell’alimentazione,
  • sgravio contributivo al 100% per tre anni per i contratti di apprendistato 2022 di primo livello ai giovani under 25 nelle micro imprese fino a 9 dipendenti,
  • innalzamento del tetto di spesa per il Bonus Mobili a 10mila euro (ma per il solo 2022).

Superbonus riveduto e corretto

La commissione bilancio ha approvato l’emendamento del governo sul Superbonus, con estensione a tutto il 2022 del 110% per le abitazioni unifamiliari senza requisiti ISEE né prima casa. Saltati anche i termini di comunicazione della CilaS, mentre rimane l’obbligo di avanzamento lavori del 30% al 30 giugno 2022.

Tra le altre novità:

  • ricompresa nella proroga dei lavori trainanti anche quella per i lavori trainati,
  • esteso  al 2025 il Superbonus in aree colpite da eventi sismici dal 2009 in poi,
  • prorogato il Superbonus per impianti fotovoltaici,
  • introdotta un’agevolazione per abbattimento delle barriere architettoniche,
  • annessione delle spese per le nuove asseverazioni ai tetti di spesa dei bonus edilizi,
  • decreto antifrode non applicato agli interventi in edilizia libera sotto i 10mila euro.