Tratto dallo speciale:

Stop moratoria cartelle: pagamento in 60 giorni

di Redazione PMI.it

scritto il

Cartelle esattoriali notificate dal 1° aprile 2022 con pagamento ordinario entro due mesi, dopo la proroga della moratoria prevista in Manovra.

Le cartelle esattoriali notificate dall’agente della riscossione nel primo trimestre 2022 hanno goduto di una dilazione di pagamento fino a 180 giorni, ma dal 1° aprile 2022 si torna ai termini ordinari, quindi devono essere saldate entro 60 giorni dalla data di notifica.

Cartelle esattoriali: tempi di pagamento

La proroga di tre mesi – per l’agevolazione sulla ripresa della riscossione già prevista nell’ultimo trimestre del 2021 – era stata prevista dalla Legge di Bilancio 2022. Terminato il periodo di moratoria, si torna dunque alle regole ordinarie.

Mentre tutte le cartelle esattoriali notificate dal 1° settembre 2021 al 31 marzo 2022 hanno goduto di un termine di pagamento esteso a 180 giorni senza interessi né sanzioni, dal 1° aprile 2022 la finestra di pagamento si riduce a 60 giorni.  Il contribuente ha quindi 2 mesi (e non più 6) per saldare il debito a ruolo, rispetto al termine agevolato finora goduto, dopo il quale scattano sanzioni e provvedimenti esecutivi.

L’opzione del pagamento a rate

È possibile rateizzare una o più cartelle che non si riesce a pagare entro 60 giorni. La rateizzazione viene concessa dall’Agente della riscossione, previa richiesta di dilazione dei pagamenti:

  • online tramite il servizio “Rateizza adesso” nell’area riservata del sito AdER, per importi fino a 60mila euro;
  • compilando il modello da inviare via PEC agli indirizzi riportati all’interno del modello stesso.