Tratto dallo speciale:

Bonus Terme fino a 200 euro: domande dall’8 novembre

di Redazione PMI.it

scritto il

Bonus Terme: online l'elenco delle strutture aderenti, prenotazioni dall'8 novebre per il contributo massimo da 200 euro, fino ad esaurimento risorse.

Online sulla piattaforma di Invitalia l’elenco delle strutture aderenti al Bonus Terme, nella sezione del sito “Terme accreditate“. I cittadini possono rivolgersi direttamente agli enti accreditati per prenotare i servizi fruendone (entro 60 giorni) con lo sconto previsto, mentre le richieste del contributo a fondo perduto fino a 200 euro sono poi inoltrate dai servizi termali a partire dall’8 novembre. L’elenco degli stabilimenti termali convenzionati è costantemente aggiornato con le nuove adesioni, che al momento sono 186 in tutta Italia. I buoni saranno disponibili in ordine cronologico di prenotazione. Il contributo si fruisce fino ad esaurimento delle risorse messe a disposizione per la misura, che sono pari a 53 milioni di euro.

Il Bonus Terme consiste in uno sconto a copertura integrale (100%) del prezzo dei servizi termali purché fino a un tetto massimo di 200 euro, che può essere richiesto direttamente in fase di acquisto presso gli stabilimenti termali accreditati. Sono escluse le prestazioni sanitarie già agevolate tramite SSN o di altri enti pubblici, né oggetto di ulteriori benefici riconosciuti al cittadino, fatte salve le eventuali detrazioni fiscali sulla quota del servizio eventualmente eccedente i 200 euro.

Non ci sono requisiti particolari per ottenere il bonus: basta essere residenti in Italia e maggiorenni (spetta un sono bonus a persona adulta). Attenzione: il bonus non può essere utilizzato per i servizi di ristorazione e di ospitalità e non non è neppure cedibile a terzi.

Gli stabilimenti devono avere i due requisiti indicati nel DM 1° luglio 2021: essere iscritti al Registro Imprese; essere in possesso del codice ATECO 2007 96.04.20 “Stabilimenti termali”. Il rappresentante legale presenta la richiesta accedendo tramite SPID, Invitalia verifica la documentazione (copia dell’autorizzazione all’apertura dell’attività termale e dichiarazioni sostitutive di certificazione) e accredita l’ente, che a partire dall’8 novembre 2021, può prenotare il bonus per i cittadini che lo richiedono.

Si tratta di un intervento di sostegno ad un settore particolarmente colpito dall’emergenza Covid: il suo scopo è offrire un ristoro economico per l’offerta di servizi che non è stato possibile erogare per lunghi mesi, a causa della pandemia.