Crowdfunding in crescita per le PMI

di Barbara Weisz

scritto il

Numeri contenuti ma in aumento le PMI che si finanziano con l'equity crowdfunding, mentre resta la predominanza delle Startup: Osservatorio School of Management del PoliMI.

Un mercato in cui iniziano a farsi spazio le PMI tradizionali, ma è ancora dominato dalle startup innovative, caratterizzato da un’alta disparità di genere (gli imprenditori sono nella stragrande maggioranza uomini), ma che cresce a ritmi ormai vicini a quelli europei: sono le evidenze dell’ultimo report realizzato dall’Osservatorio Crowdinvesting della School of Management del Politecnico di Milano.

Allo scorso 30 giugno l’equity crowdfunding (che prevede l’ingresso nel capitale attraverso le piattaforme online) ha superato gli 82 milioni di euro, mentre il lending, quindi i prestiti, hanno totalizzato 435 milioni. In entrambi i casi, si registra un abbondante raddoppio rispetto al 2018. Nel 72% dei casi a finanziarsi attraverso l’equity crowdfunding sono le startup, ma negli ultimi 12 mesi si segnala un aumento delle PMI, soprattutto quelle innovative.

=> Equity crowdfunding: i 5 errori da evitare

Nel dettaglio, su un totale di 156 campagne, 113 hanno avuto come protagoniste le startup, 20 le PMI, 19 le PMI innovative, e quattro i veicoli di investimento. Il grafico mostra come sia in aumento il numero delle PMi sul totale delle operazioni.

 

Come detto, è molto scarsa la presenza femminile: fra le emittenti, si registra una media di tre componenti e 42 anni ciascuno. Anche gli investitori continuano ad essere soprattutto maschi, con età media intorno ai 45 anni.

Il valore medio del target di raccolta per i progetti non immobiliari è pari a 191mila 956 euro, mentre quello dei progetti immobiliari è pari a 664mila 231. Per quanto riguarda l’analisi territoriale, in testa la Lombardia, seguita da Lazio ed Emilia Romagna.

Nella maggior parte dei casi, la raccolta di capitale serve a investire nel marketing (55%), e nell’It (33%). La classifica dei portali di crowdfunding sul fronte delle offerte terminate con successo nel primo semestre 2019 vede in testa Mamacrowd, seguita da Crowdfundme e Bactowork24.

Per quanto riguarda il lending, le piattaforme che si rivolgono alle imprese sono sette, e ce ne sono altre tre in attesa di partire. La raccolta totale del mercato è pari a di 279,3 milioni di euro, di cui 122 milioni nell’ultimo anno (+40% rispetto al flusso dell’anno prima). Sul podio per i prestiti alle imprese, Borsadelcredito.it, October e Prestacap.

Infine si segnala la vivacità del segmento real estate crowdfunding, con quattro nuove piattaforme attive nell’ultimo anno (che portano il totale a sei). Il totale della raccolta è pari a 15,6 milioni di euro, con otto progetti finanziati in ambito equity, per un valore di 8,8 milioni di euro raccolti, e 30 in ambito lending, per un volume di 6,8 milioni.

I Video di PMI

Equity Crowdfunding: come investire in una start-up