Tratto dallo speciale:

Privacy Web e Social: guida estiva del Garante

di Redazione PMI.it

scritto il

Proteggere la propria privacy, non invadere quella altrui, adottare misure di sicurezza informatica proteggendo dati, programmi e device: la guida estiva del Garante sulla privacy web social sotto l'ombrellone.

La privacy è uno dei temi dominanti che accompagnano il processo di digitalizzazione della vita lavorativa ma anche di quella privata: ed ecco che, in occasione dell’estate, il Garante Privacy mette a punto una guida per mettere in valigia una serie di accorgimenti utili a garantirsi delle vacanze senza pensieri. Consigli sull’utilizzo di smartphone e tablet, selfie, social network e chat, conservazione delle password, attenzione ai virus. Le situazione da evitare appartengono a due sfere precise: la privacy delle persone, e la sicurezza informatica (quindi la protezione dagli attacchi hacker) di pc e device.

Selfie e foto

Attenzione alla privacy altrui, ad esempio quando si postano foto o video in cui compaiono altre persone. E’ buona norma accertarsi che le persone che compaiono siano d’accordo, specie se si inseriscono anche dei tag con nomi e cognomi. Un consiglio per i genitori, che magari senza pensarci condividono foto e video dei figli: si tratta di immagini di minori pubblicate on line, che possono finire nelle mani di malintenzionati. Gli accorgimenti: rendere irriconoscibile il viso del minore (ad esempio, utilizzando programmi di grafica per “pixellare” i volti, semplici da usare e disponibili anche gratuitamente online, o posizionando semplicemente sopra una “faccina” emoticon), oppure limitare le impostazioni di visibilità delle immagini solo alle persone fidate.

In generale, quindi, la regola è che quando si postano contenuti che ritraggono anche altre persone si chiede il consenso. Ai minori si adottano meccanismi prudenziali per diffondere eventuali immagini solo all’interno di una specifica community.

Social network

Analoghe precauzioni sono auspicabili nel postare contenuti con informazioni relative alle proprie vacanze, magari con date di partenza e di arrivo, destinazioni, altri dettagli che, molto banalmente, possono essere letti da ladri che approfittano delle ferie per entrate negli appartamenti vuoti. Comunque, in generale, e sui social network è meglio non pubblicare informazioni personali, come indirizzi, foto di casa, spostamenti. Non accettare sconosciuti nelle amicizie online. Durante le vacanze è buona norma attivare meccanismi che avvertano nel caso di ingressi sui proprio account da dispositivi diversi da quelli abituali. Chi entra nella propria casella e-mail, oppure su una pagina social, da un internet point o da un pc condiviso (ad esempio, in un albergo), deve fare attenzione a fare il logout, per evitare ad altri l’accesso a proprie pagine private, e a impedire al browser di salvare le proprie password, in modo che nessuno possa più effettuare l’accesso senza conoscere le credenziali.

Wi-fi

E’ frequente utilizzare un wifi pubblico per connettersi alla rete. In questi casi, nel caso in cui la connessione non preveda adeguati meccanismi di sicurezza, è meglio evitare di aprire la propria mail personale, entrare nel conto corrente, effettuare pagamenti. Se la rete non è adeguatamente protetta, si rischia di condividere dati sensibili.

Smartphone e tablet

Oltre a tutti i consigli relativi alla prudenza nei casi di accesso a reti o momenti di condivisione, bisogna anche proteggersi dallo smarrimento o dal furto dei device. Il primo consiglio è di minimizzare il numero di dati sensibili contenuti negli stessi: per esempio, non mettere nella rubrica del cellulare la password della posta, o il pin del bancomat. Non tenere la posta sempre aperta, e in genere disattivare la memorizzazione delel credenziali in modo che nessuno possa effettuare accessi indesiderati venendo in possesso dello smartphone o del tablet. Conservare il codice IMEI, che si trova sulla scatola al momento dell´acquisto, e consente di bloccare il dispositivo a distanza. Fare un backup dei dati prima di partire, in modo da poterli ricaricare su un nuovo device.

Geolocalizzazione

Disattivare la funzione dal cellulare e dai social network. In questo modo, nessun occhio telematico indiscreto potrà individuare la vostra posizione durante le vacanze.

Smart home

Chi ha dispositivi intelligenti in casa, tenga aggiornati i software per proteggerli da attacchi informatici, faccia eventualmente una selezione prima di partire lasciando accessi solo i dispositivi utili quando la casa è vuota, e preveda sistemi di alert per controllarne il funzionamento a distanza.

Malware

L’estate può essere un’occasione ghiotta per inviare alcune tipologie di virus, magari nascoste in messaggi o mail su offerte vacanze, prenotazioni. Fare sempre particolare attenzione quando bisogna effettuare pagamenti: controllare l’affidabilità e l’identità dell’interlocutore, utilizzare mezzi sicuri (ad esempio, carte prepagate, o altri sistemi che non prevedano la condivisioni del conto, o della carta di credito). In ogni caso, attivare meccanismi di alert che avvertano di ogni accesso al proprio conto o di ogni operazione effettuata con la carta.

Accorgimenti di sicurezza vanno applicati anche quando si scarica materiale online (app, giochi, informazioni turistiche). Privilegiare i market ufficiali, attenzione a non scaricare virus.

Droni

Sono molto di moda, vi potrebbe capitare di vederli volare sopra di voi mentre prendete il sole sulla spiaggia, o fate una passeggiata. Chi maneggia un drone, soprattutto se dotato di telecamera, dovrebbe sempre far attenzione a non invadere la privacy altrui. Non si possono pubblicare immagini o filmati ripresi da un drone su social network, web, chat, senza il consenso degli interessati. In ogni caso, non si possono postare dati su altre persone (ad esempio, la targa della macchina), o immagini relativi a spazi privati.