Fiera della Piccola Editoria ai nastri di partenza: focus su eBook e piattaforme digitali

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

La fiera nazionale della piccola e media editoria aprirà i battenti il prossimo 4 dicembre. Cinque giorni dedicati alle evoluzioni del mercato, con un focus particolare anche sulle potenzialità di eBook e tecnologie digitali

La crisi non ha risparmiato il comparto della piccola editoria indipendente che, come quasi tutti gli altri mercati, ha subito una flessione significativa nel corso dell’ultimo anno. In questo contesto la fiera nazionale della piccola e media editoria tenta il rilancio, accogliendo oltre 400 editori e più di 700 tra autori ed esponenti di questo settore.

La manifestazione Più libri più liberi sarà ospitata al palazzo dei Congressi dell’EUR (4-8 dicembre), con un programma comprendente oltre 300 eventi su libro, cultura e innovazione.

Ad inaugurare la Fiera sarà il presidente della Camera dei Deputati, Gianfranco Fini. Il primo intervento, a cura di Andrè Schiffrin, esponente dell’editoria indipendente, focalizzerà sul binomio denaro e parole.

Tra i promotori della Fiera, organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE), Ministero per i Beni Culturali, Provincia di Roma, Regione Lazio e Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con numerose altre istituzioni, associazioni e aziende.

Seminari e tavole rotonde saranno invece riservati ai visitatori professionali, focalizzando sul ruolo dell ‘ editore del futuro, a partire da quanto emerso dai dati dell’indagine NielsenBookScan sul mercato delle Pmi dell’Editoria.

Interessante anche il filone Editoria digitale, che troverà sostanza negli approfondimento sul boom e-Book e delle piattaforme di distribuzione digitale del libro elettronico, un business in ascesa e dalle grandi opportunità.

I Video di PMI

Coronavirus: Guida al congedo per quarantena dei figli