Brevetti, Vicenza è la prima

di Alfredo Polito

scritto il

Su 476 brevetti depositati in Veneto, 160 sono quelli presentati da Vicenza. Si investe su ricerca innovazione per valorizzare i propri prodotti. E la CdC aiuta

È Vicenza la città in cui si concentra il maggior numero di brevetti e marchi europei e internazionali di tutto il Veneto.

Sono sempre di più le imprese vicentine che investono sulla ricerca e sull’innovazione tecnologica come valore aggiunto per valorizzare i propri prodotti.

Gli ultimi dati ufficiali disponibili, infatti, confermano l’inclinazione delle aziende venete a depositare marchi e brevetti. Sui 3911 brevetti presentati in tutta Italia, il Veneto ne ha depositati 476.

Su questi ben 160 sono quelli registrati dalle aziende vicentine, così che Vicenza dimostra di essere la prima provincia del Veneto in materia di depositi brevettuali, seguita da Treviso (113) e da Padova (85).

Le aziende vicentine dimostrano così si sapersi distinguere per capacità di innovazione, ricercando sempre più soluzioni tecnologiche per rispondere alle esigenze di mercato.

Anche la Camera di Commercio ha tra i suoi impegni principali quello di promuovere una cultura innovativa nei confronti delle PMI: al suo interno è attivo lo Sportello Tecnologico, che offre consulenza e informazione a chi vuole depositare una domanda di brevetto e registrare un marchio d’impresa.

Lo sportello fornisce i dati tecnici, i limiti di validità e lo stato giuridico dei brevetti. Gestisce un servizio di informazione alle imprese sui brevetti tecnologici europei ed internazionali che vengono riconosciuti. Ogni azienda sceglie le categorie di brevetto sulle quali vuole essere informata, e con una scadenza di 45 giorni riceve aggiornamenti periodici.