Microsoft YouthSpark: opportunità per giovani e start-up

di Noemi Ricci

scritto il

Steve Ballmer, CEO Microsoft Corporation, fa il punto sul Microsoft YouthSpark, programma volto a formare e dare opportunità di lavoro ai giovani, anche per la creazione di start-up.

Steve Ballmer (CEO Microsoft Corporation) a Roma in occasione del Building the Vision – evento promosso da World Wide Rome insieme a InnovAction Lab e Codemotion in collaborazione con Microsoft YouthSpark e Fondazione Cariplo – fa il punto sui risultati raggiunti in Italia da YouthSpark, il programma Microsoft lanciato a livello globale a fine 2012 e volto a promuovere l’occupazione giovanile a livello globale, fornendo ai giovani anche la formazione e gli strumenti adeguati a dare vita ad una propria start-up.

Nel 2013 formati 25 mila giovani

Nel 2013 con YouthSpark Microsoft ha formato 25.000 giovani italiani e ad oltre 500.000 giovani partecipanti sono state offerte competenze specifiche per approcciare il mondo del lavoro e strumenti tecnologici gratuiti per avviare delle nuove realtà imprenditoriali. Nel complesso sono stati formati oltre103 milioni di giovani in più di 100 Paesi nel Mondo, grazie a più di 30 programmi e partnership con 186 organizzazioni non profit che operano a supporto dei giovani.

Obiettivi per il 2014

In Italia, dove il problema della disoccupazione giovanile è particolarmente sentito avendo superato la soglia del 40% con circa 700.000 giovani tra i 15 e i 24 anni in cerca di un lavoro, per il 2014 il progetto YouthSpark si pone importanti obiettivi da raggiungere anche grazie al nuovo programma con Fondazione Mondo Digitale, partner italiano di Telecentre-Europe in Italia, attraverso il quale Microsoft donerà a 10.000 ragazzi europei altrettanti voucher per la propria formazione per un valore totale di mercato di oltre 300 mila euro. Di questi mille (10%) sono destinati all’Italia, per creare opportunità di lavoro e fornire le competenze ICT necessarie per cogliere le opportunità di lavoro digitali ai giovani del nostro Paese.

YouthSpark in Italia

«Siamo felici di vedere così tanti giovani italiani prendere in mano il proprio futuro e lasciare un impatto reale nelle rispettive comunità. Siamo entusiasti di poter contribuire al loro successo attraverso YouthSpark ed in particolare attraverso opportunità di formazione utili ad accedere al mondo del lavoro, anche attraverso la creazione di una propria impresa. Solo in Italia abbiamo formato oltre 25.000 giovani e continueremo ad investire per permettere a migliaia di ulteriori ragazzi e ragazze di avere le stesse opportunità», ha sottolineato Steve Ballmer. «In un Paese, il nostro, con ancora troppa incertezza sul miglioramento del contesto economico e produttivo, la tecnologia continua a rappresentare una leva di crescita economica e occupazionale senza pari. Le opportunità di lavoro offerte dalle tecnologie informatiche e di comunicazione sono enormi: si stima che entro il 2015 il 90% delle professioni in tutti i settori richiederà competenze tecnologiche. È pertanto fondamentale che questa domanda trovi una risposta nella nostra società e che non manchino le persone qualificate per ricoprire i ruoli richiesti dal mercato» ha aggiunto Carlo Purassanta, Amministratore Delegato Microsoft Italia.