Stranieri: fare impresa con Migranet

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Una nuova iniziativa regionale promuove le imprese nate da realtà extracomunitarie. La parola chiave è integrazione attraverso la creazione di aziende e di lavoro regolare

In Italia il numero di aziende gestite da immigrati extra-UE è in aumento (+6.79% nel 2008 e +2.71% nel primo semestre 2009, più della controparte imprenditoriale tricolore), con ricadute positive su economia sviluppo economico locale e nazionale. Questi i presupposti di molte iniziative tra cui quella della Toscana, che promuove la creazione d’impresa da parte di stranieri.

Il bacino industriale di Arezzo, Firenze, Pistoia e Prato verrà dotata di una rete di 45 sportelli CNA in grado di fornire informazioni, supporto e collaborazione.

Il progetto beneficerà anche di un sito Internetmigranet.it – che verrà attivato prossimamente come punto di aggregazione virtuale dei servizi in linea e degli operatori di interesse per tutti gli immigrati che intendono provare il percorso imprenditoriale.

L’obiettivo è di fornire strumenti utili per la diffusione del lavoro regolare e aziende riconosciute dallo Stato, anche considerando che la Toscana appartiene alle 6 regioni italiane con l’80% delle imprese straniere e ospita sul proprio territorio 310.00 residenti stranieri (8.4%).

I risultati di recenti sondaggi evidenziano infatti la presenza di 21.978 imprese straniere attive, delle quali 17.138 appartenenti a cittadini extra-UE. Di queste 5.842 risultano di origine cinese, 4.089 albanesi, 3.907 romene e 2.521 marocchini.

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!