Settore tecnologico: tagli al budget

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Coloro che intendono intraprendere una carriera in ambito IT potrebbero trovare meno porte aperte nel corso dei prossimi mesi a causa dei tagli nei budget aziendali e ai crescenti licenziamenti

Nonostante le statistiche mostrassero una crescita nel settore delle tecnologie, la crisi dell’economia a livello mondiale potrebbe avere ripercussioni negative nel settore IT, causando nei prossimi mesi una diminuzione dei posti di lavoro legati all’high-teach.

Osservando il panorama mondiale, l’ondata di licenziamenti che ha coinvolto società del calibro di Sun e Nokia non appare un segnale confortante per il mercato IT, seppure non manchino gli esempi di società altamente funzionali a bilanciare la situazione.

Secondo quanto riportato da Beyond.com, uno dei più importanti network a livello mondiale dedicato al mondo del lavoro, il terzo trimestre 2008 avrebbe portato con sé una significativa diminuzione dei posti di lavoro, compromettendo la supremazia delle tecnologie dell’informazione nel panorama industriale.

Sceso per importanza al secondo posto, il comparto IT rappresenta infatti ora il 12,9% di tutte le posizioni di lavoro inserite nel sito, con un calo di due punti percentuali.

Si può inoltre osservare come le richieste di Web developer siano scese del 15%, mentre le opportunità per gli amministratori di database abbiano subito un calo del 12%. Gli ingegneri di sistema hanno l’11,41% di opportunità in meno mentre gli amministratori hanno visto i posti di lavoro diminuire del 7,63%.

Come conseguenza della cappa di crisi che ha investito l’economia a livello mondiale, sono sempre meno le aziende disposte ad investire in tale settore; si cerca invece di contenere al massimo le spese, offrendo in molti casi compensi non in sintonia con le aspettative o non adeguati al lavoro svolto.

Non ultima, la tendenza da parte delle aziende a conservare il proprio staff, riducendo drasticamente il ricambio di personale, e di conseguenza le offerte di lavoro.