Pensione di vecchiaia senza aumento scatti: quale decorrenza 2024?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Antonio chiede

Nato l’8 maggio del 1957, ho 1832 settimane di contribuzione e vorrei sapere se il requisito per la pensione di vecchiaia sarà raggiunto il primo settembre 2024 oppure se, sulla base delle ultime novità in merito al DM Economia del 27 ottobre 2021, potrò andare in pensione dal primo giugno dello stesso anno.

Barbara Weisz risponde

Le confermo che, in base al decreto ministeriale da lei citato  (Adeguamento dei requisiti di accesso al pensionamento agli incrementi della speranza di vita), che ha elaborato le stime sulla base dei dati ISTAT, fino al 2024 resta invariato il requisito per la pensione di vecchiaia. In pratica, non ci saranno nuovi scatti per adeguamento alle aspettative di vita.

=> Calcola quando andrai in pensione

L’adeguamento agli scatti delle aspettative di vita viene previsto ogni due anni da specifico provvedimento; il DM 27 ottobre 2021 stabilisce che nel biennio 2023-2024 non ci saranno incrementi, ragion per cui il requisito resta quello pari a 67 anni di età e 20 anni di contributi. Pertanto, avendo lei già raggiunto il requisito contributivo, potrà ritirarsi una volta compiuti i67 anni, dal I° giugno 2024.

Secondo le stime INPS, invece, dal 2025 ci sarà un nuovo adeguamento al requisito anagrafico, con uno scatto di due mesi, mentre dal 2027 gli aumenti saranno ancora più consistenti, raggiungendo la soglia massima di ulteriori tre mesi.