Compatibilità NASpI, RITA e APE Volontario

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Ermanno chiede

NASpI, APe volontario e RITA possono essere cumulabili, anche in contemporanea?

Barbara Weisz risponde

NASpI

Direidi sì, perché fra le tre prestazioni da lei citata solo la NASpI è un ammortizzatore sociale, che fa quindi parte del welfare, mentre l’APe volontario e la RITA sono strumenti che il titolare si autofinanzia.

RITA

La RITA, rendita integrativa temporanea anticipata, era in origine stata pensata proprio per accompagnare l’APe, usando i contributi versati alla previdenza integrativa per finanziarsi l’anticipo pensionistico.

APe Volontario

Poi, con la manovra 2018, è invece stata modificata la normativa, sganciando la RITA dall’APe e prevedendola per tutti i lavoratori, con tetti minimi di versamenti alla previdenza obbligatoria e a quella complementare a cui mancano al massimo cinque anni alla pensione.

Regolamentata dai commi 168 e seguenti della legge 205/2017, non è incompatibile con gli ammortizzatori sociali, ed è possibile utilizzarla mentre si percepisce l’Ape volontaria. Anche le regole relative all’APe volontaria, come risulta dalla circolare INPS 28/2018, prevedono che il beneficio previdenziale sia «compatibile con lo svolgimento di qualsiasi attività lavorativa e con la percezione di qualsiasi prestazione a sostegno del reddito».

Quindi, per tornare la suo caso, se lei percepisce la NASpI può chiedere sia l’APe volontario sia la RITA.