Tratto dallo speciale:

Reddito di cittadinanza, sorpresa nella rata di febbraio e marzo

di Redazione PMI.it

scritto il

L'INPS ricalcola l'importo della rata di febbraio per PdC e o Rdc in base al reddito comprensivo di trattamenti in corso ma la procedura è ancora parziale.

Ricalcolo rata di febbraio per il Reddito di Cittadinanza, in adeguamento alle nuove regole secondo cui si considerano anche i trattamenti assistenziali INPS in corso  di godimento. L’importo del sussidio mensile subisce dunque una rimodulazione, che tuttavia non è ancora quella definitiva, a causa di problemi tecnici che ne hanno in parte rimandato alle prossime rate il necessario ricalcolo in base al reddito effettivo del nucleo familiare.

Si tratta delle novità introdotte dal dl 4/2019, articolo 2, comma 6, in base alle quali il reddito è calcolato al netto dei trattamenti assistenziali  inclusi nell’ISEE ma inclusivo del valore annuo dei trattamenti INPS in corso di godimento da parte dei componenti il nucleo familiare, fatta eccezione per le prestazioni non sottoposte alla prova dei mezzi, quali ad esempio l’indennità di accompagnamento.

Il nuovo calcolo può dunque comportare una variazione della rata di RdC o PdC rispetto a quanto percepito in precedenza ma a cui il contribuente ha diritto adesso in base al nuovo criterio di calcolo. L’importo varia soprattutto laddove risultino superate le soglie d legge, in alcuni casi con la conseguente decadenza dal beneficio, oppure reiezione
della domanda se ancora in fase di prima istruttoria.

Per il mese di febbraio le rate sono state rideterminate solo per una platea parziale. Il dettaglio della rata in pagamento può essere visualizzato nell’apposito servizio di consultazione nella sezione “MyINPS” del portale web dell’Istituto, accessibile con le proprie credenziali di autenticazione.

I dettagli operativi sono contenuti nel Messaggio INPS 548/2022.