Congedi parentali al 50% per quarantena e DAD

di Barbara Weisz

scritto il

Tornando i congedi parentali Covid retribuiti al 50% per i figli fino a 14 anni in DAD, in quarantena o in malattia Covid: requisiti lavoratori dipendenti e autonomi, le regole nel decreto fiscale.

Tornano i congedi parentali Covid per figli minori in DAD o quarantena, oltre al ritorno dell’equiparazione della propria quarantena o periodo di isolamento fiduciario in malattia retribuita dall’INPS: sono le misure di conciliazione casa lavoro prorogate dal decreto fiscale collegato alla Manovra, approvato in Consiglio dei ministri venerdì 15 ottobre.

Congedo Covid

I lavoratori dipendenti con figli conviventi minori di 14 anni hanno un congedo parentale Covid retribuito al 50%, con contribuzione figurativa, da utilizzare alternativamente all’altro genitore, per un periodo corrispondente in tutto o in parte alla durata di:

  • DAD (per sospensione dell’attività didattica o educativa in presenza),
  • infezione da SARS-CoV-2 del figlio,
  • quarantena del figlio disposta dall’ASL competente a seguito di contatto.

Se il figlio ha una disabilità accertata (articolo 3, comma 3, legge 104/1992), i genitori hanno diritto al congedo parentale, in alternativa l’uno all’altro, a prescindere dall’età del figlio.

C’è una forma di retroattività, per cui i genitori che hanno già utilizzato nei mesi scorsi congedi parentali ordinari (retribuiti al 30%) che ricadono nel perimetro di quelli Covid (per DAD, malattia o quarantena del figlio), possono riconvertirli trasformandoli in congedi Covid. Questi ultimi Covid non solo sono più convenienti economicamente, ma non si conteggiano neanche ai fini del computo massimo dei giorni di congedo ordinari a disposizione dei genitori lavoratori.

=> Congedo Covid solo se non attivabile lo smart working

Importante: il congedo parentale Covid è attivabile solo se l’altro genitore è un lavoratore, e non sta utilizzando il medesimo congedo per lo stesso giorno. Se l’altro genitore non svolge alcuna attività lavorativa oppure è sospeso dal lavoro (ad esempio, è in cassa integrazione), non c’è diritto al congedo Covid.

Astensione non retribuita

Per i figli da 14 ai 16 anni è previsto invece il diritto all’astensione non retribuita e senza contribuzione figurativa, ma con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro.