Tratto dallo speciale:

Best Managed Companies: eccellenze italiane in vetrina

di Redazione PMI.it

scritto il

La classifica delle Best Managed Companies stilata da Deloitte premia 74 eccellenze italiane, valutando capacità organizzativa e strategica.

Si è conclusa la quarta edizione del “Best Managed Companies Award”, il premio che Deloitte Private assegna alle imprese che si sono distinte per la loro spiccata capacità organizzativa e strategica. Ad aggiudicarsi il premio sono state 74 eccellenze italiane, valutate in base all’impegno, alla cultura aziendale, alle competenze e capacità innovative, tenendo conto di governance e performance, internazionalizzazione e sostenibilità.

Le aziende Made in Italy che hanno ottenuto il riconoscimento, istituito nell’ambito dell’iniziativa sostenuta assieme ad ELITE (il network e private market del Gruppo Borsa Italiana), Euronext , Confindustria e ALTIS (Alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica del Sacro Cuore), si caratterizzano per un buon equilibrio tra PMI e grandi imprese. Secondo Deloitte Private, inoltre, le BMC hanno una performance migliore rispetto alla media delle imprese italiane su base ISTAT, con un incremento medio del fatturato pari al 14,4% nonostante la crisi dovuta alla pandemia.

La mappa delle eccellenze

La classifica vede diverse conferme rispetto alle edizioni precedenti, grazie a un folto numero di aziende che hanno ricevuto il riconoscimento per la quarta volta: Biesse Group, Cantine Ferrari, C.L.A.I., Fantini Group, FiloBlu, Fratelli Ibba, Gessi, Irritec, Sanlorenzo Yacht, Tapì e Tecno.  Non mancano numerose new entry: Alma Petroli, Beta 80 Group, De Cecco, Enegan, Ferrari Group, Fervo, Friul Intagli Industries, Intesi Group, Molteni&C, Movi Group, Overmach Pietro Fiorentini, PQE Group, Raselli Franco S.p.A., Readytec Remazel Engineering, Scm Group, Seco e Massimo Zanetti Beverage Group (Segafredo Zanetti Spa). Dal punto di vista territoriale, le imprese vincitrici sono dislocate su tutto il territorio nazionale:

  • Nord Ovest 40%;
  • Nord Est 32%;
  • Centro 15%;
  • Sud 13%.

Tra i settori maggiormente rappresentativi troviamo quello dei prodotti industriali e costruzioni (29%), seguito da consumer products (26%), Technology (11%), energia (8%), retail (7%), sanitario (3%), Oil & Gas (3%).