Tratto dallo speciale:

IV Conto Energia: fondo annuale e nuovi ritardi

di Noemi Ricci

scritto il

Governo incerto sulla cifra annuale da riservare per il IV Conto Energia, mentre slitta la data della Conferenza Unificata, scatenando le polemiche tra Regioni e imprese.

Quarto Conto Energia: il Governo è in ritardo sul testo del nuovo decreto interministeriale che stabilirà le sorti degli incentivi al Fotovoltaico e alle altre fonti rinnovabili. Tra i punti cruciali, i finanziamenti annui che, una volta a regime (dal 2012) saranno stanziabili (dai 5 ai 7 miliardi di euro). Solo ieri il Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, ha trovato pronto il dossier sulle Rinnovabili e, nei prossimi giorni, è attesa la decisione definitiva.

Nel frattempo però la Conferenza Unificata Stato-Regioni prevista per domani è slittata a mercoledì 20 aprile.

Un nuovo ritardo per il IV Conto Energia che non ha mancato di sollevare polemiche. Prima fra tutte la voce di Andrea Boraschi di Greenpeace Italia: «le energie rinnovabili sono un comparto strategico per il futuro del paese. A questo mondo produttivo, dopo il disastro del decreto Romani, si risponde con una sola misura: il ritardo. E lo si fa sapendo che ogni giorno in più d’indeterminatezza del quadro normativo è un giorno in più di paralisi per l’intero settore, di congelamento degli investimenti, di incertezza, cassa integrazione o licenziamento per i lavoratori».

Concorde anche il presidente di AES, Giorgio Ruffini: «il Governo sta rallentando lo sviluppo e l’indipendenza energetica dell’Italia»

__________________

ARTICOLI CORRELATI