Green economy: Mediterre a Bari. Focus su marketing territoriale e investimenti verdi

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Nella Cittadella della cultura di Bari si terrà il nuovo appuntamento Mediterre, per sensibilizzare l'economia sui temi dell'ambiente e della biodiversità

Green Economy uguale opportunità di sviluppo e di crescita: una convinzione ormai radicata, e dopo il vertice internazionale Copenaghen arriva oggi in Italia l’evento nazionale in tema di Ambiente, clima e biodiversità: Mediterre, fino al 30 gennaio presso la Cittadella della cultura di Bari.

Una panoramica completa del settore Green attraverso sei convegni e workshop informativi.

Obiettivo, sensibilizzare aziende e privati sulla sostenibilità ambientale e promuovere gli investimenti nel settore.

Nel corso dell’evento troverà spazio la premiazione dei migliori progetti innovativi legati al rispetto ambientale e sviluppati nel Mezzogiorno, che riceveranno il Premio Innovazione amica dell’Ambiente per il Sud, un’iniziativa promossa anche da Legambiente, Confindustria e Regione Puglia.

«Oltre ai numerosi convegni tecnico-scientifici organizzati per la quattro giorni barese, a cui parteciperanno ospiti internazionali di grande livello, sono in programma eventi culturali, specifici seminari per favorire nuove relazioni tra istituzioni, gestori ed operatori del settore, mostre e allestimenti artistici, workshop, manifestazioni dedicate ai cittadini, ha spiegato Giampiero Sammuri, Presidente di Federparchi, che insieme alla Regione ha promosso l’evento.

«Mediterre ha l’obiettivo di diffondere la conoscenza delle tematiche ambientali e di realizzare un’importante azione di marketing territoriale per la regione Puglia e per tutto il patrimonio naturale che in Italia rappresenta il 10% del territorio, tra Parchi Regionali, provinciali, locali e Aree protette».

I Video di PMI

Guida ISEE: compilazione DSU