Tratto dallo speciale:

Quinto Conto Energia: i nuovi incentivi Fotovoltaico dal 27 agosto

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il Quinto Conto Energia entra in vigore dal 27 agosto 2012, con nuovo tetto massimo a 7,6 mld di euro: la delibera AEEG dopo le indicazioni del GSE sull'esaurimento degli incentivi al Fotovoltaico del Quarto Conto Energia.

Il Quinto Conto Energia entrerà in vigore il 27 agosto come ufficializzato dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG) : in largo anticipo rispetto alle stime, dunque, visto che il tetto massimo di incentivi erogati tramite le tariffe del Quarto Conto Energia è stato raggiunto prima del previsto.

La corsa agli incentivi pre Quinto Conto Energia ha fatto esaurire in data 12 luglio i sei miliardi di euro di tetto cumulativo a disposizione delle aziende della filiera.

Di fatto, il taglio degli incentivi al Fotovoltaico previsto dal nuovo Decreto interministeriale – “Attuazione dell’art. 25 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, recante incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici (c.d. Quinto Conto Energia)” approvato il 5 luglio 2012 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n°159 del 10 luglio 2012 – ha così tanto allarmato le imprese da sfruttare al massimo le risorse ancor a disposizione  e ben più vantaggiose della normativa 2011.

In seguito alla comunicazione da parte del GSE, ad ufficializzare il raggiungimento del valore annuale di 6 miliardi di euro in data 12 luglio 2012 è stata l’Autorità per l’energia elettrica e il gas (AEEG) la quale, con la delibera 292/2012/R/efr, ha annunciato che, in ottemperanza del decreto interministeriale del 5 luglio è stata individuata al 12 luglio 2012 la data di decorrenza delle procedure di passaggio al Quinto Conto Energia.

Quindi le nuove regole «si applicheranno a partire dal 27 agosto», ovvero «decorsi 45 giorni solari dalla data di pubblicazione della deliberazione dell’Autorità».

A sua volta il Quinto Conto energia non troverà più applicazione «decorsi 30 giorni solari dalla data di raggiungimento di un costo indicativo cumulato di 6,7 miliardi di euro l’anno e che la data di raggiungimento di tale valore sia comunicata dall’Autorità, sulla base degli elementi forniti dal GSE».

I Video di PMI

Finanziamenti energie rinnovabili e risparmio energetico