Fondo PMI in Sardegna: accesso facile ai Confidi

di Teresa Barone

scritto il

Riorganizzazione del Consorzio Fidi e maggiore accessibilità al Fondo di garanzia per le imprese sarde.

La Giunta della Regione Sardegna ha recentemente deliberato alcune novità importanti in materia di accesso al credito da parte delle imprese: il Fondo di garanzia della Sfirs viene reso più accessibile da parte dei Confidi e si estende anche alle imprese agricole.

=> Semplificazioni: portale anti-burocrazia in Sardegna

Fondo di garanzia

Su proposta dell’assessore del Bilancio Raffaele Paci, la soglia di accesso al Fondo di garanzia per le PMI sarde da parte dei Confidi viene riportata da 35 a 10 milioni di garanzie rilasciate. Tra le banche finanziatrici, inoltre, sono state inglobate anche le società di leasing e di factoring, gli altri intermediari finanziari così come gli Istituti di Moneta Elettronica (Imel), regolarmente regstrati.

Confidi

Il Consorzio Fidi viene riorganizzato anche attraverso la creazione del Fondo Unico da 5 milioni di euro: il disegno di legge in fase di approvazione prevede la creazione di un Fondo di stabilizzazione per prevenire eventuali rischi, oltre all’istituzione dell’Osservatorio Confidi.

«Il Fondo di Garanzia PMI – afferma l’assessore Paci – ribadisce il suo ruolo di strumento di contrasto al credit crunch anche in capo a Consorzi che proprio grazie alla propria minore dimensione sono in grado di assicurare supporto immediato alle imprese. Stiamo riorganizzando un sistema che non riesce più a dare risposta alle esigenze delle imprese, e oggi abbiamo sistemato un altro importante tassello razionalizzandolo, modernizzandolo e rendendolo più efficiente per garantire e migliorare l’accesso al credito.»

=> Leggi tutte le news per le PMI della Sardegna

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali