Emilia Romagna: 1,5 milioni alle PMI colpite dal terremoto

di Teresa Barone

scritto il

La CCIAA di Modena stanzia 1,5 milioni di euro per le imprese danneggiate dal sisma: attivo anche il fondo perequazione per le calamità naturali.

In seguito al grave sisma che ha colpito l’Emilia Romagna causando danni alle imprese emiliane, la Giunta della Camera di Commercio di Modena ha deciso lo stanziamento di risorse straordinarie destinate alle aziende danneggiate, al fine di agevolare il ritorno alla situazione precedente le scosse che nella notte tra il 19 e il 20 maggio hanno provocato crolli e ingenti danni a impianti e strutture.

La CCIAA renderà disponibili 1,5 milioni di euro a favore delle imprese situate nelle zone interessate dal sisma, che saranno erogati secondo modalità e indicazioni fornite a breve.

In collaborazione con Unioncamere, inoltre, la Giunta ha stabilito la prossima presentazione di un progetto che consentirà alle imprese di accedere a contributi tramite il fondo di perequazione per le calamità naturali, come anche di sottoscrivere specifica convenzione con l’Ordine degli Ingeneri di Modena per sveltire le indagini volte a verificare la stabilità degli edifici.

Un’iniziativa che fa parte del pacchetto di misure straordinarie attivato dalla CCIAA modenese in sostegno all’economia locale, come ha sottolineato il Presidente Maurizio Torreggiani.

«Si tratta di un atto dovuto e voluto per sostenere gli imprenditori e i lavoratori che vedono sfuggirsi di mano il proprio futuro professionale, sommando la precarietà del lavoro a quella personale provata in conseguenza del sisma. Siamo chiaramente ancora in una fase di prima valutazione delle conseguenze del terremoto, tuttavia abbiamo sin da subito voluto dare un segnale concreto.
L’impresa rappresenta infatti non solo un fatto economico, ma anche sociale: dietro ogni impresa ci sono sempre una o più famiglie, quelle degli imprenditori e quelle degli occupati, che soprattutto oggi non possono essere lasciate sole.»