Bonus agenzie di viaggio digitali: domande dal 4 marzo

di Redazione PMI.it

scritto il

Bonus digitalizzazione agenzie di viaggio: online tutte le regole e il calendario per la domanda di credito d'imposta per spese fino a 25mila euro.

Dal 4 marzo si può inoltrare la domanda di bonus fiscale previsto dal Decreto PNRR (articolo 4, Dl 152/2021) per la digitalizzazione di agenzie di viaggio e tour operator. Le istanze si inviano tramite piattaforma telematica dal sito di Invitalia, seguendo le istruzioni indicate nell’avviso del Ministero del Turismo del 21 febbraio.

Nei successivi 60 giorni il Ministero verificherà i requisiti e pubblicherà l’elenco dei beneficiari del bonus, che sarà erogato in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande online e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Gli step per la domanda

Da lunedì 28 febbraio sarà disponibile il modello di domanda da scaricare, la guida alla compilazione e la modulistica degli allegati. È una nota del ministero a darne notizia. Dalle ore 12:00 del 4 marzo (e fino alle ore 17:00 del 4 aprile), poi, si potranno compilare online e inviare le domande di accesso al credito d’imposta, con allegata la documentazione richiesta. Le fasi della domanda sono le seguenti:

  1. inserimento informazioni per la compilazione della domanda
  2. generazione del modulo in “pdf” immodificabile e successiva apposizione di firma digitale
  3. caricamento del modulo compilato e sottoscritto digitalmente dal legale rappresentante
  4. invio del modulo
  5. rilascio della ricevuta di acquisizione istanza e  codice identificativo.

Le domande devono quindi riportare la firma digitale (anche gli allegati) dal rappresentante legale del richiedente ed essere inviate tramite PEC attiva presso il Registro Imprese.

I beneficiari ammessi

Possono usufruire del bonus agenzie di viaggi e tour operator con codice Ateco 79.1, 79.11 e 79.12, per  investimenti e attività finalizzati allo sviluppo digitale della propria attività. Gli operatori devono essere in possesso dei requisiti già al momento della domanda e mantenerli per i cinque anni successivi. Ciascuno può presentare una sola domanda di incentivo.

Il credito d’imposta spettante

Il bonus è costituito da un credito d’imposta al 50% sui costi sostenuti, dal 7 novembre 2021 al 31 dicembre 2024, per interventi ammessi ad agevolazione (gli stessi previsti dall’articolo 9, commi 2 e 2-bis, Dl n. 83/2014 per la digitalizzazione degli esercizi ricettivi) e fino ad un importo massimo complessivo di 25mila euro. Il bonus sarà poi utilizzabile in compensazione nel modello F24 tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, dall’anno successivo a quello dei lavori.

Requisiti sugli interventi

La digitalizzazione deve interessare una sede operativa attiva in Italia al momento della domanda. Serve una scheda progetto dettagliata e una relazione tecnica. I lavori vanno avviati entro un anno dalla pubblicazione dell’elenco dei beneficiari e conclusi entro i successivi 12 mesi (è possibile chiedere una proroga di 6 mesi ma gli interventi vanno terminati entro il 2024).

Elenco interventi ammessi

L’effettivo sostenimento delle spese deve essere attestato dal presidente del collegio sindacale oppure da un revisore legale,  professionista o responsabile CAF (in tutti casi con iscrizione ad albo o registro).  Sono ammessi i seguenti interventi (esclusa intermediazione commerciale):

  • acquisto, anche in leasing, e installazione di pc e altre attrezzature informatiche, modem, router e impianti wifi
  • affitto di servizi cloud relativi a server, connettività, sicurezza e servizi applicativi
  • acquisto, anche in leasing, di dispositivi per i pagamenti elettronici e di software, licenze, sistemi e servizi per la gestione e la sicurezza degli incassi online
  • acquisto, anche in leasing, di software e relative applicazioni per siti web ottimizzati per il sistema mobile
  • creazione o acquisto, anche in leasing, di software e piattaforme informatiche per le funzioni di prenotazione, acquisto e vendita on line di pernottamenti, pacchetti e servizi turistici
  • acquisto o affitto di licenze software per la gestione delle relazioni con i clienti
  • acquisto o affitto di licenze software e servizi necessari per il collegamento all’hub digitale del turismo
  • acquisto o affitto di licenze del software Erp per la gestione della clientela e dei processi di marketing, vendite, amministrazione e servizi al cliente
  • creazione o acquisto, anche in leasing, di software per la gestione di banche dati e la creazione di strumenti di analisi multidimensionale e report a supporto dei processi di pianificazione, vendita e controllo di gestione
  • acquisto o affitto di programmi software per piattaforme informatiche per la promozione e commercializzazione digitale di servizi e offerte innovative.