Pagamenti Elettronici

Taglio commissioni su pagamenti con carta

Pagamenti digitali Tetto alle commissioni interbancarie pari allo 0,2% per i pagamenti con bancomat e carte prepagate, e allo 0,3% sulle carte di credito, commissioni ridotte per i pagamenti inferiori a 5 euro, riduzione franchigia a carico dell'utente per i pagamenti fraudolenti, divieto di surcharge (sovrapprezzo per chi paga con la carta di credito): sono le principali contenute nel provvedimento approvato dal Consiglio dei Ministri del 15 settembre 2017, che ha recepito e direttive Europee in materia di pagamenti elettronici. Si tratta di un pacchetto di misure che ha l'obiettivo di favorire i...

Sanzioni POS, importo ed esenzioni

pos Si attende ancora il decreto per far partire le sanzioni per chi viola l'obbligo di accettare pagamenti digitali, utilizzando il POS (commercianti, esercenti, professionisti). prevedendo apposite sanzioni. Il viceministro all'Economia, Luigi Casero, aveva annunciato il provvedimento entro settembre ma per il momento non ci sono novità. Obblighi Introdotto dal dl 179/2012 (articolo 15) e modificato dalla Legge di Stabilità 2016, prevede una soglia minima per il pagamento elettronico di 5 euro. L'obbligo per i negozi, le attività commerciali e gli studi professionali di accettare...

WhatsApp Business per le aziende

WhatsApp WhatsApp, una delle app mobile più usate per la messaggistica punta all’utenza business ed è pronta a rilasciare una variante dedicata alle aziende che già oggi la utilizzano per velocizzare le comunicazioni interne e con i clienti. Si tratta di un’interessante nuova opportunità aperta anche alle PMI sempre più consapevoli delle potenzialità di mobile ed e-commerce. Con WhatsApp Business le imprese potranno comunicare con i propri clienti ed effettuare transazioni offrendo ai propri contanti la garanzia di un account verificato. => Avviare un e-Commerce: guida...

POS, sanzioni al via: i costi

POS L'ultimo osservatorio sui costi sostenuti da professionisti ed esercenti per attivare un POS rivela come l'Italia risulti ancora indietro, nonostante l’obbligo di accettare pagamenti elettronici fin dal 2015, collocandosi come fanalino di coda rispetto agli altri Paesi del Nord Europa e agli Stati Uniti. Qualcosa potrebbe però cambiare: da settembre 2017 hanno preso il via le sanzioni per chi non si adegua. => POS e pagamenti obbligatori: news e sanzioni Costi In questi due anni volti a dare il tempo agli esercenti di adeguarsi alla nuova normativa sulle transazioni digitali,...

A Firenze si paga digitale

Pagamenti elettronici A partire da lunedì 5 giugno gli sportelli della Camera di Commercio di Firenze non accetteranno pagamenti in contanti, consentendo esclusivamente i versamenti con Bancomat, Carta di Credito, bollettini postali e bonifici bancari fatta eccezione per le visure e i certificati dei protesti così come per le istanze di cancellazione dei protesti. => Pagamenti digitali, nuovi servizi PagoPA Pagamenti elettronici Una digitalizzazione dei servizi che sarà agevolata dalla presenza di un tutor digitale a disposizione di cittadini, professionisti e imprenditori, ai quali verranno...

Payments 4.0 e PMI, PSD2 nuova sfida digitale

Pagamenti digitali La PSD2 rappresenta nei servizi finanziari la Industry 4.0 dei pagamenti: una sorta di Payments 4.0, un cyber-phisical-system che abilita lo sviluppo di nuovi equilibri macro e microeconomici. La direttiva sui servizi di pagamento (PSD2) va ben al di là di una semplice ri-regolamentazione del quadro giuridico esistente per i pagamenti. Entrando in vigore il 13 gennaio 2018, introdurrà un elemento fondamentale che cambia le regole gioco: l'obbligo per le banche di fornire accesso a terze parti (TPP) - anche non bancarie - le informazioni sui conti detenuti dalla clientela presso di...

Pagamenti digitali, nuovi servizi PagoPA

pagopa Il team per l'Italia Digitale sta lavorando sulla piattaforma di PagoPA per renderla più facile da utilizzare, aggiungendo nuove opzioni: il tentativo è quello di cambiarne radicalmente l'impostazione. Oggi è fondamentalmente una sorta di hub che smista i pagamenti, diventerà invece un vero e proprio servizio innovativo con molteplici opzioni di pagamento (PayPal, Satispay e Masterpass).. Il primo step è intanto consentire i versamenti verso la pubblica amministrazione anche da Mobile. => PagoPA: il circuito dei pagamenti elettronici della PA Il lavoro del team di Palazzo...

Amazon Pay in Italia per acquisti online

Amazon Amazon Pay è ora disponibile anche in Italia e può essere utilizzato su una moltitudine di siti di ogni genere: lo strumento di pagamento elettronico consente di usare il proprio account Amazon per pagare acquisti online su altri siti internet aderenti all’iniziativa. Si tratta di un meccanismo che rende le attività di pagamento più semplici e standardizzate, consentendo agli utenti di trovare un metodo familiare nelle fasi conclusive. Ad ogni acquisto, infatti, ritroveranno la consueta interfaccia Amazon, con informazioni di pagamento e spedizione usualmente utilizzate,...

Documenti PA con @e.bollo

Conservazione-digitale Via libera alle marche da bollo on-line, che ora possono essere acquistate anche su internet e pagate tramite addebito in conto, carta di debito o prepagata attraverso i servizi di pagamento del Sistema pagoPA. Una rivoluzione per uno strumento quasi anacronistico come la marca da bollo, che si trasforma in digitale con il progetto @e.bollo inaugurato dall’Agenzia delle Entrate e AgID. In questo modo i cittadini, ove sia necessario apporre una marca da bollo su un documento da rilasciare alle Pubbliche Amministrazioni, potranno decidere se procedere all’acquisto tradizionale oppure...

​Multe online, accredito in due giorni

Pagamenti elettronici Il pagamento online delle multe, tramite home banking o piattaforme web dedicate, comporta una maggiore difficoltà nello stabilire la data del versamento poichè, come ribadito in diverse sentenze, l'adempimento si considera effettuato solo quando si registra l'accredito alla Pubblica Amministrazione. Condizione cruciale quando si è vista di una scadenza (es.: entro i 5 giorni; entro i 60 giorni). Di conseguenza occorre porre attenzione alle fasi di pagamento, considerando anche il ritardo che può derivare dalle attività che la propria banca effettua prima dell'effettivo...

X
Se vuoi aggiornamenti su Pagamenti Elettronici

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy