Progettazione di interni virtuale con il planner ModLoft

di Caterina Martino

scritto il

Planner online per il design di ambienti con risultati professionali.

ModLoft è un servizio online gratuito con cui è progettare ambienti (stanze, locali, appartamenti, uffici) con pochi clic grazie all’applicazione ModLoft Room Planner, adatto anche a scopi professionali (studio di architetti, ecc.): la creazione di un account consente di usufruire di alcune funzioni più avanzate, in primis il salvataggio dei progetti.

Applicazione online

Sul sito ufficiale di ModLoft scorriamo la homepage e facciamo clic sul pulsante Create – Design your own loft. Si apre una nuova pagina che elenca le principali caratteristiche del servizio, per utilizzare il quale clicchiamo sul pulsante Start Planning. Dopo pochi secondi, in una nuova finestra del browser si aprirà il ModLoft Room Planner la cui interfaccia è davvero semplice.

Immaginiamo di aver ricevuto da parte di un cliente la richiesta di arredare il suo nuovo ufficio. La prima cosa da fare è scegliere forma e dimensione della stanza, usando uno degli esempi già pronti (Open an example design from our gallery) o creando un ambiente in modo personalizzato (Create your own plan).

Scegliamo il secondo caso: scriviamo le dimensioni della stanza negli appositi campi Lenght e Depth (lunghezza e profondità) e utilizzando il campo Choose a room type per scegliere la tipologia di ambiente da creare, in questo caso “office”. Infine, in basso scegliamo la forma che più si adatta al locale. Dopo aver inserito tutti i dati necessari a creare la stanza, facciamo clic su Create a new plan.

Interfaccia

La barra degli strumenti della finestra di dialogo è costituita dai comandi: File, Edit, View, Help.Nel menu File sono raggruppati i tool di gestione del progetto (salvarlo, cancella, condividi, esporta come immagine e altro). Il menu Edit raccolgie invece gli strumenti di modifica oggetti e foglio di lavoro. Prima di iniziare a lavorare su un nuovo progetto, è bene controllare e modificare le varie impostazioni a seconda del risultato che si vuole ottenere ( pareti, linee, superfici, foto e di molto altro) utilizzando l’area Tool Defaults.

Dal menu View impostiamo la visualizzazione della finestra o degli oggetti al suo interno mentre nel menu principale, in alto, una serie di strumenti consentono di gestire il file: creare una nuova stanza, salvare il foglio, stamparlo, condividerlo.

In basso ci sono altri strumenti di accesso rapido: selezione, mano, dimensione (che consente di calcolare la distanza tra due punti della stanza) e zoom. Se facciamo clic sulla voce Show all Tools, visualizziamo altri strumenti con cui poter costruire pareti, inserire testo (per aggiungere commenti o etichette), aggiungere foto al progetto.

La finestra si divide in due parti. A destra il foglio di lavoro in cui visualizziamo la pianta vuota della stanza e posizioniamo gli elementi d’arredo. Nel riquadro a sinistra abbiamo a disposizione diverse tipologie di mobili a seconda dell’ambiente che dobbiamo arredare.

Possiamo usare direttamente i prodotti contenuti nella scheda Products (oggetti reali) o i disegni della scheda Symbols, oggetti generici che possiamo modificare a piacimento nel foglio di lavoro (aggiungendo anche il colore).

Struttura

Procediamo con una creazione personalizzata.

Immaginiamo di voler aggiungere una stanza accanto a quella già presente nel foglio: selezioniamo lo strumento wall tool. Il cursore assume la forma di una +. Per creare una stanza adiacente dobbiamo semplicemente posizionare il cursore in un punto di partenza, tenere premuto il tasto sinistro e trascinare fino a quando non creiamo la forma che ci interessa. A quel punto, rilasciamo il mouse per creare la stanza.

Con lo stesso strumento possiamo creare pareti o divisori: basta posizionare il cursore su un punto e trascinarlo fino a un altro punto, il tutto facilitato da una linea che ci guiderà nell’indicazione della lunghezza del muro.

Le pareti non sono statiche, possiamo modificarle con lo strumento di selezione: selezionandole apparirà un riquadro al cui interno leggere e modificare le caratteristiche della parete (dimensione, linearità, ecc.).

Possiamo anche curvare una parete o spostarla, semplicemente selezionandola e trascinandola.

Se necessario, possiamo spostare solo un punto della parete. Selezioniamo la parete e spostiamo uno dei due estremi. In entrambi i casi, le modifiche avranno effetto anche sulle mura adiacenti che si sposteranno di conseguenza.

Dopo aver creato la struttura principale delle stanze che vogliamo arredare completiamo l’opera aggiungendo porte, finestre, balconi. Selezioniamo una parete e, nel riquadro che appare, facciamo clic sulla voce Create opening. Viene creata un’apertura di cui regolare la dimensione con lo strumento di selezione. Posizioniamo le aperture laddove sappiamo che ci sono balconi e finestre.

Possiamo personalizzare i pavimenti di stanze e balconi facendo clic con il tasto sinistro del mouse su un punto qualsiasi del pavimento della stanza. Appare così il riquadro denominato Surface Area. Tra gli strumenti a disposizione vi sono anche color e pattern, il primo per associare un colore e il secondo una trama.

Completiamo le aperture selezionando la scheda Symbols e scegliendo al suo interno la voce structural nel primo dei menu a discesa, e windows nel secondo menu a discesa per inserire le finestre.

Arredare

L’inserimento oggetti è semplice. Selezioniamolo dal riquadro l’oggetto e trasciniamolo nel foglio di lavoro con il mouse o cliccandovi sopra clic. Selezionando l’oggetto nel foglio di lavoro appariranno gli strumenti per modificarlo e sistemarlo

.

Per ingrandire gli oggetti utilizziamo la freccia dritta arancione, per ruotarli la freccia curva arancione. Per cancellarli l tasto CANC o l’icona rossa a forma di x. Strumenti di rotazione e ingrandimento, sono presenti anche nel riquadro che appare dopo la selezione dell’oggetto e che ci consente di associare ad esso il link ad una pagina web e di assegnare uno specifico colore.

Inseriamo porte e finestre modificandole a piacimento. Compiamo le stesse operazioni inserendo anche eventuali altri oggetti (ad esempio le scale) che possiamo scegliere dal menu a discesa. Notiamo che le porte si adattano automaticamente alla parete su cui vengono poggiate.

Arrediamo l’interno con lo stesso meccanismo: scegliamo l’elemento nel riquadro a sinistra, trasciniamolo nel foglio, posizioniamolo e modifichiamolo con gli appositi strumenti. Cercando bene tra le varie categorie, possiamo trovare oggetti di ogni tipo che servono a perfezionare il nostro arredo virtuale. Potremmo ottenere un risultato di questo tipo:

Altre funzioni

Possiamo anche aggiungere foto: basta usare l’apposito strumento a forma di macchina fotografica e allegare foto di oggetti e mobili reali, oppure dello spazio cui si fa riferimento. In qualche modo si crea un collegamento tra arredo virtuale e la realtà.

Selezioniamo lo strumento. Il cursore assume l’icona di fotocamera. Facciamo clic nel punto in cui vogliamo inserire la foto: appare un riquadro in cui inserire le informazioni della foto: nome e percorso in cui è contenuta (dal Web o Pc). Passiamo decidere se aprire la foto all’interno di una nuova finestra (In window) o direttamente sul pavimento (Place on plan).

Facendo clic sullo strumento wall tool, notiamo che nell’elenco sono presenti anche altri due strumenti: surface tool e line tool. Il primo per aggiungere superfici interne o esterne, il secondo per disegnare e aggiungere diversi tipi di linea al progetto.

La funzione Group/Ungroup Symbols (nel menu Edit) consente di raggruppare oggetti e gestirli (ad esempio, la scrivania e gli oggetti che abbiamo disposto su di essa).

Per finire, vediamo le principali azioni che possiamo compiere una volta terminata la progettazione. Se vogliamo conservare il progetto come immagine, possiamo esportarlo come JPG utilizzando il commando Export to JPEG da menu File. Indichiamo la grandezza e salviamo l’immagine nel PC.

Stampando il progetto avremo un risultato davvero professionale: oltre al disegno viene inclusa la lista dei prodotti e simboli inseriti. Inoltre, possiamo aggiungere autore del progetto (Created by), nome del cliente (Created for) ed eventuali commenti.

ModLoft consente anche la uno condivisione del progetto, con lo strumento Share della barra dei menu (per utilizzare questa funzione è necessario però possedere un account).

I Video di PMI

Video su Facebook: impariamo dai più bravi