Microsoft agli utenti: abbandonate Internet Explorer 6

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Microsoft spinge l'utenza privata e business ad abbandonare Internet Exploit 6, utilizzato a tutt'oggi dal 12% della popolazione mondiale. A tale scopo nasce "The Internet Explorer 6 Countdown"

È la stessa la mano che ha creato Internet Exploit 6 ad incitare il suo abbandono da parte di naviganti e aziende, in favore di soluzioni più moderne, in grado di garantire una maggiore sicurezza, migliori prestazioni e supporto agli standard Web più attuali. A tale scopo, Microsoft ha creato la pagina “The Internet Explorer 6 Countdown“.

Elemento principale del sito, una mappa che mostra l’attuale diffusione di IE6 nei paesi di tutto il mondo. A livello globale, la percentuale di utilizzo del vecchio browser Microsoft si attesta sul 12%, un valore ancora piuttosto elevato, che tuttavia segna un -9% rispetto a febbraio 2010. Obiettivo dichiarato da Microsoft, scendere nel minor tempo possibile sotto la soglia dell’1%.

Tra i paesi maggiormente “consumatori” di IE6 spicca la Cina, con una percentuale di tutto rispetto e pari al 34,5%. L’Italia si attesta su un valore di poco superiore al 3%, in linea con la media della maggior parte degli altri paesi.

Abbandonare IE6 è una questione soprattutto di sicurezza, considerando come il browser nella sua ultima versione 8 (in attesa della 9) si sia evoluto notevolmente, garantendo una maggiore protezione da attacchi e minacce, offrendo inoltre una migliore gestione della privacy, elementi decisamente importanti sia per i privati che per le aziende.

In poche parole, Internet Explorer 6 è oramai vecchio e incapace di supportare ciò che la moderna navigazione richiede, oltre a tenere ancorate le aziende a tecnologie oramai obsolete. L’utenza business che si vede costretta ad utilizzare IE6 per necessità, può consultare l’apposita documentazione Microsoft, in grado di offrire le migliori soluzioni di migrazione verso IE8 in base alle differenti esigenze IT.