Internet: come evitare la chiusura dei DNS il 9 luglio

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il 9 luglio migliaia di imprese potrebbero trovarsi senza connessione internet, dopo la chiusura dei DNS provvisori in sostituzione di quelli infettati dal trojan DNS Changer: ecco le soluzioni.

Il 9 luglio migliaia di utenti Internet rischiano di rimanere offline, senza  connessione internet per colpa del trojan DNS Changer.

A quella data saranno infatti spenti i DNS provvisori che erano serviti a “tamponare” le conseguenze del dilagare del trojan.

Si tratta di un virus che ha intaccato oltre 275.000 computer nel mondo secondo quanto rilevato dal DNS Changer Working Group (DCWG), di cui 26.000 pc in Italia.

Il trojan è pericoloso perché va a modificare i DNS dei computer infetti reindirizzandoli verso server malevoli situati in Estonia, New York e Chicago. I computer accedono così ad una sorta di rete internet parallela lasciando aperte le porte al phishing.

Il Domain Name System (o DNS) è infatti il sistema fondamentale per la navigazione grazie al quale i nomi dei domini dei siti web vengono convertiti nei corrispondenti indirizzi IP.

Per non creare discontinuità di connessione si era provveduto a sostituire i server malevoli con altri legittimi ma provvisori, gli stessi che il 9 luglio verranno spenti.

Per verificare se il proprio pc è stato infettato ed eventualmente modificare le proprie impostazioni DNS, facilmente e velocemente è possibile utilizzare l’utile strumento gratuito messo a disposizione da McAfee o anche semplicemente un rapido controllo presso il sito web dns-ok.us.