Tratto dallo speciale:

iCloud: aggiornamento Apple

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Su iCloud Apple nuove applicazioni Note e Promemoria, strumenti online per gli sviluppatori e gestione avanzata delle immagini in album da condividere: le anticipazioni dalla Rete.

Il servizio iCloud di Apple potrebbe presto arricchirsi di nuove e interessanti opportunità: sulla base dei rumor trapelati sul Web, al pacchetto potrebbero aggiungersi le applicazioni Note e Promemoria, oltre ad una gestione evoluta delle immagini salvate nella Nuvola di Apple. Previsti inoltre nuovi tool online indirizzati agli sviluppatori.

Attualmente, iCloud garantisce una marcia in più a chi utilizza il proprio computer per lavoro, con la possibilità di controllare email, contatti, calendari e progetti iWork direttamente dal Web. Le nuove applicazioni Note e Promemoria, potenzierebbero ulteriormente l’integrazione con Mac OS X, a tutto vantaggio della produttività.

Secondo quanto riportato dal portale Macstories, le informazioni derivano da una immagine “beta” del login a iCloud.com, attualmente disponibile agli sviluppatori, in cui fanno capolino le due icone relative a Note e Promemoria.

Inoltre, alcuni indizi nel codice del portale developer.icloud.com farebbero pensare a nuovi strumenti web presto a disposizione per gli sviluppatori, tra cui un modulo di debugging, già chiesto a viva voce dalla comunità che gravita attorno alla Nuvola di Apple.

Secondo altre voci ben informate, infine, come accennato iCloud dovrebbe implementare presto una gestione migliorata delle foto archiviate nella nuvola Apple.

Attualmente non è possibile infatti condividere e organizzare le immagini presenti in iCloud; grazie ad un aggiornamento sarà invece possibile archiviare le foto in album e gestire la loro condivisione in modo molto simile a quanto oggi accade in Facebook o Instagram.

A questo punto conferme, smentite o ulteriori informazioni arriveranno direttamente dalla nuova edizione della Worldwide Developers Conference di San Francesco, oramai imminente (la keynote di apertura si terrà il prossimo 11 giugno).

FONTI: Macstories, Wall Street Journal