Net Applications: Mac OS X e Firefox oscurano Explorer e Windows

di Noemi Ricci

scritto il

Stilata da Net Applications la classifica dei sistemi operativi e dei browser più diffusi: Microsoft primeggia ancora ma è in calo su entrambi i fronti, crescono invece i Mac OS di Apple e Firefox di Mozilla

Guadagna quote di mercato Apple in quanto a sistemi operativi, stando agli ultimi dati rilevati e alle classifiche Net Applications, a discapito degli Os di casa Microsoft: Windows 7 già minacciato da Mac OS X?

Di fatto, in termini di quote di mercato i sistemi operativi Microsoft hanno subito un calo di oltre un punto percentuale da novembre, raggiungendo l’88,26% – 22,48% per Windows Vista e 63,76% per Windows XP – regalando a Mac OS X una crescita nel solo mese di novembre di oltre il 2%, per uno share totale del 9,93%.

A contribuire a questo piccolo boom, la sempre più folta schiera di fautori dei Mac rispetto ai classici PC, buona parte spinti dalle fortune alterne di Windows Vista.

Una cattiva nomea, quella di Windows Vista, diffusa in particolar modo negli ambienti professionali, dove secondo gli analisti il sistema più gradito sarebbe rimasto Windows XP e si sarebbe dunque deciso di saltare completamente Vista aspettando direttamente Windows 7.

Proprio quest’ultimo però potrebbe rappresentare la ripresa di Microsoft tra gli Os: secondo l’andamento fotografato da Net Applications, infatti, la società è passata dallo 0,04% di dicembre 2008 allo 0,22% di gennaio 2009, proprio grazie alla beta di Windows 7.

Citiamo inoltre i risultati ottenuti da celebre sistema operativo open source Linux che registra una lieve crescita facendo registrare uno 0,83% e dalla piattaforma OS X Mobile per iPhone, con lo 0,48%.

Per quanto riguarda i browser, infine, Microsoft primeggia con il 67,55% del suo Internet Explorer – anche se scende di otto punti percentuali rispetto all’anno precedente – seguito dal popolare e in crescita Mozilla Firefox, da Apple Safari con l’8,29%, da Google Chrome con l’1,12% e quindi da Opera con lo 0,7%.

I Video di PMI

Video su Facebook: impariamo dai più bravi