OBA, la collaborazione secondo Microsoft

di Paolo Iasevoli

scritto il

A Redmond puntano sempre di più sulle Office Business Applications per trasformare la suite Office 2007 in uno strumento integrato per la gestione dell'impresa

Da software per l’office automation a piattaforma per sviluppare applicazioni di business. Sembrerebbe questo il percorso intrapreso da Microsoft, che sta cambiando faccia al suo Office 2007.

Tutto iniziò lo scorso Ottobre, quando a Redmond fu presentato un documento di riferimento con il quale Microsoft dava istruzioni a partner e clienti per lo sviluppo e l’implementazione delle OBA. Ovvero, le Office Business Applications, che saranno al centro della Worldwide Partner Conference, in programma la prossima settimana a Denver.

Ma cosa sono le OBA? Si tratta di componenti aggiuntive per Office 2007, che possono essere sviluppate sia da Microsoft che da terze parti, comprese le aziende stesse. Grazie alle Business Applications è possibile integrare tra loro programmi della suite per gestire specifiche attività aziendali, tagliate sulle esigenze della singola azienda.

Allo stesso modo è possibile unire le funzionalità di software come Excel e Outlook con altre applicazioni in uso nell’impresa, come software CRM o ERP. In questo modo si migliorare l’accesso e la gestione dei dati, usando come unica interfaccia grafica quella ormai familiare dei programmi Office.

Già da tempo SAP offre una soluzione integrata che unisce un’applicazione di back-end con la suite di Microsoft. E la stessa società di Redmond ha dato il buon esempio la scorsa settimana, presentando OBA sviluppate appositamente per il settore sanitario. Il risultato è un insieme di strumenti collaborativi basati su Office 2007 e sul server SQL di Microsoft, che consente il coordinamento dei dipendenti.