Chat App: addio SMS, spazio a Facebook, Google e Skype

di Alessandro Longo

scritto il

I servizi over the top sono il nuovo trend della comunicazione rapida su TLC e Web: numeri, trend e opportunità di business.

Nuove opportunità di comunicazione web su Mobile per utenti e aziende, che insidiano  le tradizionali soluzioni offerte dagli operatori mobili. Il recente potenziamento di Hangout ne è la prova: non solo i servizi over the top (forniti ad esempio da Google, Facebook, Apple) stanno soppiantando gli SMS, senza alcuna inversione di trend.

=>Online in Italia: è boom per il Mobile Internet

Boom di applicazioni chat

Per fine 2013 il volume di questi messaggi sarà doppio di quello SMS, secondo una nuova stima di Informa Telecoms and Media.  E secondo uno studio di pochi giorni fa pubblicato dall’osservatorio Yankee Group (accessibile a pagamento), i servizi più utilizzati in questo ambito sono Facebook Messenger, Whatsapp, Skype e Google Talk (ora Hangout), in quest’ordine. Distanziati ci sono VIber, Blackberry Messenger, Apple iMessage. Qualche riflessione di sintesi:

  • Google Hangout (chat e video) è diventato multipiattaforma, con un app per iOs e Android, mentre prima viveva solo all’interno di Google+.
  • Facebook Messenger continua a migliorare la sua mobile app tanto che che da cellulare ottiene il 25% dei ricavi pubblicitari.
  • Skype mira a migliorare l’integrazione con le piattaforme mobili e già ora su sistemi Windows Phone le sue chiamate sono gestite dal cellulare come quelle normali, senza più nessuna discriminazione.

=>Chiamate gratis con Facebook App e Messenger

TLC oltre gli SMS

In calo drastico anche il numero di utenti che utilizza gli SMS: -10% in un anno in Europa). Gli operatori hanno tagliato i prezzi fin quasi a regalarli nei pacchetti di abbonamenti ma senza riuscire a fermare l’emorragia. Cosa ci si può aspettare? Probabilmente una guerra al rialzo da entrambe le barricate, a vantaggio di utenti, anche di quelli aziendali.

Gli operatori mobili possono reagire in vario modo: facendo alleanze con gli over the top (come fatto da H3G con Skype in Italia e Regno Unito), sviluppando propri servizi internet (Tume e Tugo di Telefonica, Libon di Orange).

O sposando le tecnologie di Rich Communications, che possiamo considerare la vera e propria evoluzione degli SMS: messaggi, presence, video, file sharing integrate nei cellulari come i messaggi di testo.

Da anni se ne parla di ma gli operatori sono stati lenti a fare accordi tra loro per l’interoperabilità di questi servizi. La Spagna ha fatto da pioniere, con la piattaforma Joyn di Telefonica, Vodafone e Orange. In Germania è stata la volta di Deutsche Telekom e Vodafone, che si prevede faccia la stessa mossa in Italia entro fine 2013.

Applicazioni over the top più utilizzate

Per dirla con il commissario europeo Neelie Kroes, in un Tweet del 29 aprile, “It’s official: chat apps have overtaken SMS globally. The cash cow is dying. Time for telcos to wake up & smell the data coffee”.

Utenti e aziende siano pronti a saltare sul carro del migliore offerente e, nel frattempo, provino tutto senza pregiudizi.

I Video di PMI

Come scegliere il contenuto giusto sui social