Tratto dallo speciale:

Online in Italia: è boom per il Mobile Internet

di Carlo Lavalle

scritto il

L'80% degli Italiani accede ad Internet, la metà anche sul luogo di lavoro: in forte crescita le connessioni da smartphone, soprattutto tra i giovani e i dirigenti d'azienda.

Sono 38,4 milioni gli Italiani (8/10) che dichiarano di accedere a Internet da diversi luoghi (casa, ufficio, luoghi di studio…) e tramite differenti dispositivi : in altri termini il 79,6% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni. E’ quanto risulta dai dati Audiweb sulla diffusione dell’Online in Italia, pubblicati a fine gennaio 2013.

Secondo l’ultima trimestrale Audiweb Trends sulla Ricerca di Base la disponibilità di accesso Internet da casa mediante computer  coinvolge 35,8 milioni di Italiani, mentre dalla sede di lavoro si connettono in 10,9 milioni pari al 48,2% degli occupati) mentre l’accesso da luogo di studio è rilevato nel 7,7% dei casi (3,7 milioni).

La disponibilità di accesso al Web tramite smartphone riguarda il 34,8% degli Italiani (16,8 milioni) mentre da tablet ancora solo il 5,6% (2,7 milioni). Sotto il profilo delle classi di età sono i giovani tra gli 11 e 34 anni a fare la parte del leone: oltre il 92% dichiara di accedere alla rete, connettendosi oltre il 50% tramite smartphone.

La maggiore diffusione di Internet vale anche tra le persone più istruite e di più elevata condizione professionale: il 100% dei dirigenti, quadri, docenti e studenti universitari hanno dichiarato di poter accedere alla rete e segnatamente il 98% dei laureati, il 93,2% dei diplomati, il 97,7% degli imprenditori e liberi professionisti, il 97,9% degli impiegati e insegnanti e il 95,2% degli studenti di scuole medie e superiori.

=>Leggi anche: Mobile Internet e App, successo di mercato in Italia

A livello di nucleo familiare il rapporto evidenzia che, nel 2102, 14,5 milioni di famiglie dichiarano di avere accesso a Internet da casa attraverso computer, televisore o console giochi, il 67,4% delle famiglie con almeno un componente fino a 74 anni. La disponibilità di connettersi alla rete è d’altra parte direttamente proporzionale alla grandezza dei nuclei familiari, 10,2 milioni dei quali ha accesso con ADSL/Fibra ottica, in genere con abbonamento flat.

Quanto all’accesso via smartphone è più frequente tra i giovani, i residenti del Centro Italia (39,8% della popolazione) e del Nord Ovest (37,5%) e tra chi vive nelle città più grandi di oltre 100.000 abitanti. Anche in questo caso è maggiore la diffusione fra i profili più qualificati in termini di istruzione e condizione professionale. Lo stesso vale quando si passa ad analizzare il profilo di coloro che accedono tramite tablet: anche qui si registra un più alto tasso di concentrazione per dirigenti, quadri e docenti universitari.

Qual è l’attività principale svolta da cellulare? Navigazione Internet nel 60,4% dei casi, inviare/ricevere email nel 36% dei casi, e a seguire accedere ai social network (33,9%) e consultare motori di ricerca (33,3%). Poi, 4,8 milioni dichiarano di aver scaricato almeno una volta un’applicazione di gioco, meteo e chat o social network.

I dati Audiweb sull’utilizzo effettivo di Internet da parte degli Italiani registrano un valore medio di audience online di 28,3 milioni di utenti nel mese (+6,9% rispetto all’audience media mensile del 2011). Nel mese di dicembre 2012 si registrano 28,9 milioni utenti unici da pc, pari a + 6,3% rispetto allo stesso periodo del 2011. Crescono altresì gli Italiani connessi ogni giorno (+ 8,4% in confronto all’anno precedente).

Internet => sempre più Mobile e a banda larga

Relativamente ai dati di sintesi sulla fruizione dei contenuti video online nel mese di dicembre 2012 (Audiweb Objects Video), sono state 45,9 milioni le stream views e 5,9 milioni gli utenti che hanno visualizzato almeno un contenuto video online su uno dei siti degli editori iscritti al servizio, con una media di 28 minuti e 29 secondi di tempo speso per persona.

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso