Tratto dallo speciale:

Live Documents, gestione e condivisione di documenti online

di Alfredo Bucciante

scritto il

Che le applicazioni online dedicate al lavoro stiano conoscendo un notevole sviluppo è sotto gli occhi di tutti.

Ne sono la prova anche i movimenti che stanno interessando un’azienda tradizionalmente più legata ai programmi offline, come Microsoft.

Live Documents offre sia un programma da scaricare che un servizio online, e noi chiaramente ci concentreremo sulla versione in Rete.

La registrazione può avvenire in automatico se abbiamo già  un account su Google. E proprio con Google Docs il sistema dialoga piuttosto bene, permettendo l’importazione diretta dei documenti.

Su Live Documents abbiamo a disposizione i tre strumenti classici di lavoro, vale a dire il programma per i testi, il foglio elettronico e le presentazioni.

Non vale tanto la pena soffermarsi sulle funzioni perché hanno un’interfaccia particolarmente completa, con tutti i comandi che servono. Ad esempio, l’editor di testi dà  anche la possibilità  di ruotare ciò che scriviamo, anche se mancano le note a piè di pagina.

Interessante comunque il fatto che i comandi per la formattazione siano sulla barra laterale destra, in modo da poter vedere il foglio alla massima altezza.

Per tutti, poi, al solito la possibilità  di condivisione del lavoro con altri utenti abilitati. Questa si attiva cliccando su Share e seguendo le semplici istruzioni. Anche lo spazio di lavoro generale è particolarmente ben fatto dal punto di vista grafico, sembra anzi di stare su un desktop online.

L’unico dato negativo è nel numero di documenti che si possono gestire, solo 60 nella versione gratuita, e per un massimo di 100 MB di spazio. Limite che diventa di 1 GB in quella a pagamento, e con ovviamente un numero illimitato di documenti.