Tratto dallo speciale:

AMD: nuova CPU per server a basso consumo

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

AMD lancia in data odierna una nuova CPU ad uso server dai bassi consumi, battezzata Opteron 2419 EE, pensata per le aziende che desiderano abbattere i costi di gestione relativi ai loro network

Si chiama Opteron 2419 EE, possiede un clock di 1.8 GHz e consuma solamente 40 watt. È la nuova CPU ad uso server di AMD, lanciata oggi sul mercato e pensata espressamente per offrire ai network aziendali potenza a basso consumo, contribuendo così ad ammortizzare i costi.

Il nuovo processore è dotato di 6 core distinti, offrendo così, a detta di AMD, un terzo di potenza in più rispetto al precedente processore 2377 EE, dotato di solamente quattro core, pur mantenendone inalterati i consumi.

L’Opteron 2419 EE include inoltre la tecnologia di virtualizzazione AMD-V, oltre ai noti meccanismi di gestione dei consumi energetici che sottendono alla sigla AMD-P, sviluppati dalla stessa Advanced Micro Devices.

In accordo con quanto dichiarato dalla società produttrice, i criteri d’acquisto del reparto IT sono oggi condizionati dalla necessità di tagliare i costi; la nuova CPU soddisfa quindi tale condizione, pur offrendo tutta la potenza necessaria a gestire le complesse reti cloud aziendali.

Attualmente, infatti, circa l’82% di reti cloud e Web server utilizzerebbe per la maggior parte del tempo solamente metà della potenza garantita dai moderni processori; utilizzare un clock minore e un maggior numero di core permetterebbe quindi di ridurre i consumi, pur garantendo performance adeguate anche nei momenti in cui è richiesta una certa potenza elaborativa.

A un costo di 989 dollari, la nuova CPU AMD entra quindi in concorrenza con i processori Intel, attualmente presenti nel 90% delle soluzioni server, i cui i chip Nehalem ad 8 core sono previsti per il primo trimestre 2010.