Elettronica di Consumo, a picco in Italia?

di Chiara Bolognini

scritto il

Secondo i dati di mercato resi noti da Gfk, il settore dell'Elettronica di Consumo sarebbe in netta crisi. Si salvano solo notebook, macchine fotografiche e console

Congiuntura negativa per il per il mercato Hardware e in particolare dell’Elettronica di Consumo, ma non per alcuni specifici settori: stando all’ultima indagine Gfk, gli italiani amano sempre di più la fotografia digitale, l’Internet mobile e i giochi su console.

A confermare questo doppio trend sono i dati di vendita CE sul mercato nazionale che – se si prendono in esame i guadagni totali e non il numero delle unità vendute – rispetto allo stesso periodo dello scorso anno si mostrano in caduta libera: lettori mp3 -14%, pc fissi -15%, videocamere -10%, cellulari -7%.

L’attuale bilancio in negativo riguarda anche plasma, lettori Dvd, decoder e le telecamere con un saldo in negativo del -4%.

Gli unici dati di segno positivo riguardano, invece, le macchine fotografiche digitali (+13%), i notebook (+10%) e le console per videogame (+50%).

I primi mesi del 2008 si sono chiusi con un -1% rispetto al 2007, dato che appare molto pesante se si pensa che il settore tecnologico è sempre il crescita negli ultimi 10 anni – con due annate d’oro nel 2003 e 2004 a +18 e +15%.

Chi sta peggio di noi? Secondo Gfk l’Inghilterra, per cui nel 2008 è previsto un calo del -10%, e il Belgio, dove il settore dovrebbe scendere a -5% A salvarsi sono solo Svizzera, Austria e Germania, con aumenti previsti maggiori del 10%.