Dizionario del 4.0 per PMI digitali

di Redazione PMI.it

scritto il

Per affiancare gli imprenditori nel loro percorso digitale, l'ente camerale di Milano Monza Brianza e Lodi ha realizzato il glossario dell'Industria 4.0.

La Camera di Commercio di Milano Monza Brianza e Lodi prosegue con il varo di iniziative volte a sostenere le imprese interessate a conoscere, sviluppare e utilizzare le nuove tecnologie digitali in ottica Industria 4.0.

Per prima cosa, presso il Punto Impresa Digitale dell’ente camerale, sono stati attivati i Digital Promoters, esperti pronti a fornire agli imprenditori assistenza gratuita one-to-one, informazioni sui bandi in corso, assessment guidato per valutare la maturità digitale dell’impresa, indicazioni sui percorsi di digitalizzazione.

Per muovere i primi passi, la CdC ha inoltre diffuso un breve compendio online, il dizionario 4.0: risorsa finalizzata a coinvolgere le imprese in un percorso di approfondimento digitale. Come viene definito dall’ente, infatti, il dizionario rappresenta:

Una finestra sulle parole dell’innovazione, per le imprese che vogliono conoscere come utilizzare le nuove tecnologie 4.0 per crescere e competere.

Dizionario 4.0

Numerosi i termini riportati nel glossario, dal Cloud Computing al programma Chatbot, da Internet of Things alla Cybersecurity, dalla Advanced Hmi al Bluetooth fino alle Wearable Technologies, tecnologie da indossare destinate a trasformare il corpo umano in un supporto naturale in grado di attivarle e farle funzionare. Ecco di seguito, con una rapida sintesi, tutte le voci in glossario.

ADVANCED HMI
Dispositivi wearable e interfacce uomo/macchina di ultima generazione, utilizzate per acquisire e/o veicolare informazioni vocali visuali e tattili. Include sistemi come i display touch, gli Scanner 3D, o soluzioni bidirezionali come i visori per la realtà aumentata.

BEACON
Letteralmente “segnale luminoso”, è una tecnologia basata sul Bluetooth, tramite cui i beacon trasmettono e ricevono brevi messaggi entro distanze limitate.

BLE
Acronimo di Bluetooth Low Energy, è una funzionalità del Bluetooth per applicazioni a basso consumo, destinata per dispositivi wireless con raggio d’azione fino a 50 metri. Si utilizza per l’Internet Delle Cose (IoT).

BLUETOOTH (BT)
Protocollo di connessione e comunicazione senza fili tra dispositivi, con scambio dati tramite onde radio.

CHATBOT
Programma di Intelligenza Artificiale (AI), simula conversazioni umane in modo interattivo, tramite frasi preimpostate. Viene
utilizzato per servizi di assistenza (customer care) o di marketing, per esempio in ambito social network e messaggistica istantanea.

CLOUD COMPUTING
Tramite Internet (Nuvola / Cloud), questa tecnologia porta in maniera rapide e flessibile un buon livello di innovazione sfruttando economie di scala, attraverso la distribuzione di servizi di calcolo computazionali (es. server, storage, database, rete, software…). Non serve comprare il prodotto: si può scegliere di utilizzarlo a distanza, senza disporne fisicamente.

CRM
Acronimo di Customer Relationship Management, è un sistema informativo che raccoglie le soluzioni adottate per gestire i rapporti con i clienti. È un asset intangibile ma fondamentale per le imprese, perché consente di individuare la migliore strategia, capire le esigenze dei clienti e rispondervi in maniera efficace, garantendo una relazione solida e duratura nel tempo.

CYBERSECURITY
Con “sicurezza informatica” si intende l’insieme di tecnologie e servizi finalizzati alla protezione di computer, altri dispositivi connessi, apparati e sistemi informatici da attacchi di vario genere (malware, virus, trojan, ransomware ecc.), per scongiurare perdita o compromissione di dati e informazioni.

DOMOTICA
Insieme di tecnologie basate su ingegneria informatica ed elettronica, volte a integrare dispositivi capaci di automatizzare e semplificare le azioni quotidiane di una casa o di un edificio. Queste tecnologie, per utilizzare informazioni condivise, devono essere connesse a una rete informatica comune, solitamente Internet.

INDUSTRIA 4.0
Modello di produzione e organizzazione del lavoro che porta l’automazione verso una forma di integrazione digitale di tutte le sue componenti. La “Quarta Rivoluzione Industriale” si basa sull’adozione di tecnologie abilitanti che connettono sistemi fisici e digitali, l’analisi delle informazioni ricavate dalla Rete e una gestione più flessibile del ciclo produttivo.

INDUSTRIAL INTERNET OF THINGS
Meno conosciuta rispetto a Internet of Things (IoT), è una sua applicazione nel contesto di impresa 4.0. L’Industrial Internet of Things (IIoT) è quindi legato all’impresa e trova applicazione in fabbrica, nel contesto della quarta rivoluzione industriale. Lo scopo è ottimizzare i processi produttivi mediante la connessione tra macchine, di cui viene controllato preventivamente stato di salute e funzionamento. Un oggetto IIoT consente anche di sviluppare dati da analizzare e di controllare i tempi di produzione.

INTEGRAZIONE VERTICALE E ORIZZONTALE
L’integrazione verticale è l’implementazione di sistemi informativi e gestionali in grado di interagire e scambiare informazioni
tra soggetti della catena di produzione. L’integrazione orizzontale è l’implementazione di sistemi in grado di far interagire aziende, distributori e fornitori della stessa filiera.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE
Sistema che compie azioni, ragionamenti e comportamenti che di norma richiedono l’essere umano (percezione visiva, comprensione del discorso, traduzione linguistica, organizzazione, gestione di oggetti, capacità di prendere decisioni). Il CHATBOT è un esempio di intelligenza artificiale applicata al servizio di assistenza clienti di una piccola o media impresa.

INTERNET OF EVERYTHING
Letteralmente l’Internet del tutto, va oltre la interconnessione di dispositivi coinvolgendo ogni cosa: persone, oggetti, processi. Si parla di un mondo iper-connesso che racchiude quattro categorie: cose, processi, dati e persone.

INTERNET OF HUMANS
Significa “Internet degli esseri umani”, si riferisce a interazioni dirette o indirette tra dispositivi e persone, generando un insieme di
informazioni utili per comprendere e migliorare la vita degli essere umani.

INTERNET OF THINGS
È l’insieme di componenti e dispositivi (es.: sensori) incorporati in oggetti e macchinari per creare un’interfaccia tra mondo fisico e digitale consentendo la comunicazione tra oggetti attraverso Internet, permettendo lo scambio di informazioni, la modifica del comportamento in base a input ricevuti, memoria di istruzioni e apprendimento dall’interazione.

INTEROPERABILITÀ
È la capacità di due o più sistemi, applicazioni, reti, mezzi o componenti, di scambiare informazioni per poi utilizzarle. Applicabile in settori differenti.

LI-FI
Acronimo di “light fidelity”, è una tecnologia che permette la comunicazione senza fili tra dispositivi, utilizzando la luce per trasmettere
dati ad alta velocità.

MANIFATTURA ADDITIVA
È un processo di realizzazione di un oggetto tridimensionale partendo da un disegno digitale, aggiungendo materiale strato per strato. Comunemente si utilizza come sinonimo una sua declinazione, la Stampa 3D (3D Printing).

NFC
Acronimo di Near Field Communication, è la tecnologia che permette lo scambio di dati e informazioni senza filo, tra dispositivi a strettissima vicinanza.

REALTÀ AUMENTATA
In inglese Augmented Reality (AR), è la soluzione tecnologica che consente di arricchire la percezione della realtà sovrapponendo alla
visione di ambienti reali informazioni o oggetti virtuali.

REALTÀ MISTA
in inglese Mixed rRality (MR), sovrappone realtà fisica, virtuale e aumentata per un’osservazione del mondo che offra informazioni utili (in AR) e permetta di interagire con oggetti virtuali all’interno di esso (in VR).

REALTÀ VIRTUALE
In inglese Virtual Reality (VR), è la soluzione tecnologica e informatica che simula la realtà sostituendola con un ambiente digitale, il cui ingresso è reso possibile da appositi accessori che permettono di interagire all’interno della realtà virtuale.

STAMPA 3D
Spesso usato come sinonimo di Manifattura Additiva, è una tecnica di manifattura additiva. Ha un funzionamento simile alla stampa 2D a getto di inchiostro: l’oggetto tridimensionale è costruito strato per strato, per getto di materiale o di legante. Nel linguaggio comune si riferisce alle stampanti a estrusione di filo che utilizzano la tecnologia della modellazione per deposizione di fuso.

TRASFORMAZIONE DIGITALE
L’insieme di trasformazioni sociali, culturali e tecnologiche associate all’utilizzo di tecnologie digitali.

WEARABLE TECHNOLOGIES
Tecnologie indossabili, sviluppate basandosi sul corpo umano, che diventa supporto naturale per farle funzionare. Questo tecnologie rilevano e monitorano i segnali biologici del corpo e quelli emozionali. Ciò le rende una soluzione di assistenza valida per i bisogni umani.