BlackBerry Bold 9000, comodità in pochi centimetri

di Andrea Proietti Orzella

scritto il

Interamente dedicato al professionista, il BlackBerry Bold lascia ampio spazio alla praticità grazie alla tastiera QWERTY, all'ottima velocità di connessione ad Internet e al processore ad alta frequenza

È nel vortice da quasi un anno e il BlackBerry Bold 9000 sembra essere uno degli smartphone più apprezzati dai professionisti: il brand è ormai una certezza di qualità da anni, e il design sobrio e le buone prestazioni fanno il resto. Il terminale si presenta con la classica tastiera QWERTY, da sempre un cavallo di battaglia dell’azienda canadese: i tasti sono comodi nonostante le dimensioni ridotte, e la stesura dei testi è fluida. Per una migliore navigazione il Bold è stato provvisto anche di trackball.

Il display TFT LCD a 65,000 colori con risoluzione di 480 x 360 pixel (rapporto d’aspetto 16:9) è uno dei punti di forza del dispositivo: ampio quanto basta per una buona visione dei menu e delle pagine Internet, è in grado di rilevare la luce ambientale e adattare la luminosità di conseguenza.

A ragione il BlackBerry Bold 9000 è venduto dai gestori in abbinamento a tariffe relative al traffico dati: il terminale è infatti dotato di connettività tribanda HSDPA, che garantisce una velocità di trasferimento dati fino a 3,6 Mbps. Anche in assenza di segnale è possibile navigare in Internet accedendo ad un qualsiasi hotspot Wi-Fi grazie alla tecnologia wireless. L’equipaggiamento del Bold comprende anche una fotocamera da 2 Megapixel con flash e zoom digitale a 3 ingrandimenti, non il massimo, ma di sicura utilità per chi in fin dei conti acquista il telefono per lavorare e non per scattare foto.

Il terminale è già pronto per essere usato come navigatore satellitare, grazie al GPS e al software BlackBerry Maps preinstallato che permette di seguire le indicazioni stabilite anche durante una conversazione telefonica o mentre si utilizza la posta elettronica. La connettività non finisce qui: è presente il supporto Bluetooth 2.0 con A2DP, che consente di collegare cuffie mono o stereo, vivavoce o altri dispositivi compatibili con la tecnologia in questione. Non è stato trascurata la componente multimediale del dispositivo: grazie al software BlackBerry Media Sync è possibile sincronizzare le playlist e le tracce di iTunes con lo smartphone. L’uscita da 3,5 millimetri, presente di rado nei cellulare, consente, inoltre, di collegare cuffie o altoparlanti stereo.

Spesso il professionista memorizza nel suo smartphone dati importanti e il Bold possiede diverse caratteristiche che lo rendono sicuro: è possibile usufruire di protezione tramite password e blocco tastiera, o avvalersi di sistemi di cifratura nel caso di progetti particolarmente importanti. I software WordToGo, SheetToGo e SlideshowToGo, pre-installati, non fanno rimpiangere Microsoft Office, visto che ognuno di loro rende possibile apportare modifiche a files creati rispettivamente con Word, Excel e PowerPoint. Alcuni numeri in conclusione: il BlackBerry Bold garantisce 324 ore di autonomia in standby e 4,5 ore in conversazione grazie alla batteria al litio da 1500 mAh con chip crittografato estraibile e ricaricabile; le dimensioni sono invece di 114 x 66 x 15 millimetri per un peso complessivo di 136 grammi. BlackBerry rende disponibile il Bold 9000 nella sola colorazione nera. È possibile acquistarlo sia in congiunta con un contratto in abbonamento che libero da vincoli: in quest’ultimo caso il prezzo del terminale si aggira intorno ai 450 euro.