LinkedIn: raggiunti 100 milioni di utenti

di Redazione PMI.it

scritto il

Linkedin, la nota piattaforma professionale ha raggiunto quota 100 milioni di iscritti, ritagliandosi un posto di primo piano tra i social network.

Nonostante Facebook e Twitter siano largamente utilizzati anche per uso lavorativo, il vero social network dedicato al mondo del business è LinkedIn. E oggi il social media professionale festeggia un traguardo importante, superando la soglia dei 100 milioni di utenti iscritti.

Un network sempre più apprezzato dai professionisti di tutto il mondo, che lo utilizzano per rimanere in contatto con i propri colleghi e per instaurare nuove partnership, o anche solo per tenersi aggiornati sui movimenti lavorativi delle persone di interesse.

Un sito che ha saputo mantenersi sobrio anche in periodo in cui vita privata e carriera sembrano mischiarsi sempre di pù, senza cedere alla tentazione di aggiungere fronzoli ai servizi offerti. LinkedIn è sempre rimasto coerente con la propria linea, sin alla ua nascita nel lontanto 2003 (quindi ben prima dei suoi colleghi più famosi e più diffusi, ma anche più generalisti).

L’idea vincente è nata dalla mente di Reid Hoffman, che oggi può contare su uno strumento del valore stimato di 175 milioi di dollari e una capacità di produrre utili per un giro d’affari pari a 243 milioni di dollari (dati 2010) ed un guadagno netto di 15,4 milioni di dollari.

LinkedIn è una piattaforma alla quale manager e professonisti di tutto il mondo accedono esclusivamente per motivi di lavoro. I Curriculum Vitae inseriti settimanalmente sono circa un milione, con la speranza di essere notati dai 100 milioni di iscritti in tutto il mondo. Di questi 44 milioni risiedono negli Stati Uniti, 56 milioni nel resto del globo.

Certo non sono numeri paragonabili ai circa 450.000 nuovi iscritti quotidiani di Twitter e al (quasi) miliardo di utenti di Facebook, ma LinkedIn si sta sicuramente ritagliando uno spazio degno di nota tra i social network. Sicuramente per i professionisti rappresenta una scelta di prim’ordine.