Facebook, ecco l’app per l’iPad

di Barbara Weisz

scritto il

L'attesissima app di Facebook sbarca sull'iPad. Subito problemi di crash, c'è già una versione aggiornata. Intanto Facebook compra Friend.ly.

Come si convene a un matrimonio fra big, all’inizio ci sono stati dei problemi. E così, a poche ore di stanza dal rilascio di Facebook per iPad, probabilmente la app più attesa di sempre, c’è già una seconda versione. Perchè da molti utenti sono arrivate segnalazioni di crash, che hanno spinto Facebook a rendere disponibile l’aggiornamento 4.0.1, che dovrebbe risolvere il problema.

Con una battuta si potrebbe dire che sono giorni difficili per chi possiede gingillini supertecnologici, che siano quell di Apple o il Blackberry (a proposito, anche oggi problemi con la navigazione web e la messaggistica).

Tornando alla app targata Facebook, (scaricabile sull’App Store gratuitamente, compatibile con tutti i dispositivi iOS).

L’applicazione era fra le più attese, e curiosamente Facebook è uno degli ultimi social network a sbarcare sull’iPad. Alla base del difficile matrimonio, una serie di fattori tecnici e di business.

Innanzitutto, l’accordo commerciale fra due colossi del mercato. L’accordo raggiunto prevede che Facebook trattenga il 30% del ricavato dei pagamenti nei videogame attraverso il browser. Apple riceve il 30% dei servizi venduti attraverso il traffico da apps.

Si tratta di un accordo che dev’essere stato molto difficile da raggiungere visto che, secondo i rumors di questi mesi, in realtà la app era pronta da tempo. Ci sono anche state le dimissioni di un manager, Jeff Verkoeyen, a capo del progetto di Facebook per l’iPad, che nel settembre scorso è passato a Google. E sul blog ha spiegato di essersene andato anche per i ritardi del rilascio dell’applicazione dovuti a ragioni prettamente commerciali. 

In casa Facebook, infine, c’è un’altra novità: l’azienda di Mark Zuckerberg ha acquistato Friend.ly, una piattaforma social che ha un servizio di domande e risposte fra gli utenti. Per il momento resterà separata da Facebook, ma non si esclude una maggior integrazione in futuro.